fbpx

La Svezia pronta a contribuire alla difesa collettiva NATO della Lettonia

La Lettonia avrà un Battaglione Svedese e Danese come parte di una Brigata multinazionale di difesa NATO guidata da uno staff divisionale danese.

La Svezia e la Danimarca si alterneranno su base semestrale nella responsabilità di schierare un Battaglione come deterrente per un eventuale attacco russo.

Il contributo svedese sarà costituito da un Battaglione Meccanizzato che sarà dispiegato non prima del 2025. Questa sarà una delle prime operazioni visibili dell’Esercito Svedese nella difesa collettiva della NATO.

Il Reggimento Södra skånska, P 7, è stato designato come la prima unità dopo l’adesione della Svezia alla NATO, contribuendo con circa 600 uomini. Le Forward Land Forces (FLF) della NATO sono dislocate in otto Paesi dell’Europa orientale, tra cui la Lettonia, e sono composte generalmente da unità di combattimento terrestre.

I gruppi tattici multinazionali non sono identici nella loro composizione, ma differiscono per dimensioni e tipologia di unità schierate a seconda delle specifiche condizioni geografiche di ciascun Paese ospitante.

Questo contributo svedese sarà un importante compito per l’Esercito di Stoccolma e rappresenta un passo avanti nella sua partnership con la NATO.

Fonte e foto @Ministero della Difesa Svedese

Articolo precedente

In Estonia nascerà un polo industriale per la produzione di munizioni

Prossimo articolo

La Francia ordina altri NH90 per le Forze Speciali dell’Armée de Terre

Ultime notizie