domenica, Dicembre 4, 2022

La Svezia revoca l’embargo alla Turchia sui sistemi d’arma

Presso la sede NATO di Bruxelles, il rappresentante svedese ha annunciato che il Governo di Stoccolma provvederà a revocare l’embargo decretato da Stoccolma nei confronti di Ankara, relativo il trasferimento ed esportazione dei sistemi d’arma e tecnologie associate.

L’embargo era stato deciso dalla Svezia a causa delle operazioni belliche intraprese dalla Turchia nel Kurdistan siriano ed iracheno nel 2019.

I rapporti tra Svezia e Turchia sono peggiorati anche perché Ankara accusa Stoccolma di dare protezione nel suo territorio ad esponenti considerati appartenenti ad organizzazioni terroristiche, tra cui il PKK, per i quali la Svezia ha negato l’estradizione.

Ma Stoccolma ha deciso di rivedere la questione ed ha aperto alle trattative con Ankara sul punto, considerato che anche in ambito NATO il PKK è inserito nella lista delle organizzazioni considerate terroristiche.

In tal senso, è attesa per la prossima settimana la visita a Stoccolma di una delegazione turca per verificare la possibilità di ottenere l’estradizione di alcuni elementi del PKK rifugiatisi da tempo in Svezia.

Come è noto, a causa della gravissima crisi internazionale innescata dall’aggressione russa ai danni dell’Ucraina nel febbraio di quest’anno, Finlandia e Svezia hanno richiesto di aderire alla NATO.

La richiesta di adesione alla NATO delle due nazioni scandinave è stata sostanzialmente accolta da tutti i Paesi membri ma deve essere ratificata all’unanimità da tutti i Parlamenti.

Al momento, solo Ungheria e Turchia per motivi strettamente politici non hanno ratificato, situazione che, peraltro, sarà risolta entro breve tempo, perché la diplomazia USA e NATO hanno in corso colloqui e trattative in tal senso.

Foto NATO

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI