giovedì, Gennaio 20, 2022

La Thailandia vuole acquistare gli F-35A

-

Anche la Thailandia aspira ad entrare nel ristretto numero di utenti del caccia bombardiere di quinta generazione Lockheed Martin F-35A Lightning II.

Infatti, la Reale Aeronautica Thailandese punterebbe ad ottenere uno Squadron composto da un minimo di 8 ad un massimo di 12 F-35A.

Poiché il prezzo d’acquisto del F-35A è costantemente in calo (oggi si attesta a circa 82 milioni di dollari), la Thailandia intende procedere all’approvvigionamento dei Lightning II, preferendolo ad altri nuovi Gripen e/o F-16.

Attualmente, il Gripen sarebbe prezzato attorno gli 85 milioni di dollari come costo unitario, mentre i sondaggi già compiuti dalla Thailandia con la controparte statunitense parlano di un prezzo inferiore agli 80 milioni di dollari per l’F-35A.

L’obiettivo di Bangkok sarebbe di pagare gli F-35A al prezzo unitari di 78 milioni di dollari, per cui la distanza tra offerta e domanda almeno dal punto di vista economico è piuttosto limitata.

Il programma d’acquisto thailandese sarebbe finanziato a partire dal 2023 e la RTAF è anche interessata agli sviluppi del programma australiano/statunitense Loyal Wingman destinato a dar vita ad una piattaforma UAS/UCAV a basso costo in grado di operare da solo od interagire con gli F-35A.

Attualmente, la RTAF dispone di una variegata linea di caccia di diverse tipologie, dai Gripen, agli F-16, passando per gli F-5.

I caccia svedesi Saab Gripen sono disponibili in undici esemplari tra monoposto C e biposto D, mentre gli F-16A/B sono presenti in una cinquantina di esemplari, 18 dei quali sono stati portati allo standard Block 52 con puntatore integrato nel casco di volo dei piloti (JHMCS Joint Helmet-Mounted Cueing System), radar Northrop Grumman APG-68 (V)9, Link 16 che permette l’interscambio in tempo reale di dati con caccia alleati.

Poco meno di 35 F-5E/F ammodernati nell’avionica e nei sistemi d’arma completano la prima linea della RTAF che, peraltro, impiega anche per compiti di attacco al suolo anche 18 Alpa Jet ceduti dalla Luftwaffe. Per compiti d’attacco leggero sono impiegati anche gli aerei d’addestramento avanzato T-50TH di produzione sudcoreana e gli A-6T Texan II statunitensi.

Ultime notizie

La Royal Australian Air Force (RAAF) ha ricevuto la prima testata BLU-111 (AUS) B/B prodotta in Australia per le Guided...
La fregata FREMM Carlo Margottini della Marina Militare ha eseguito manovre navali insieme alle unità della Sesta Flotta dell'U.S....
Il Lockheed Martin Sikorsky-Boeing SB>1 DEFIANT ha completato con successo i voli di prova del profilo di missione FLRAA...
Le rotte seguite dagli aerei in Europa stanno diventando di giorno in giorno sempre più interessanti da analizzare.A causa...

Da leggere

SPIRA 2 per l’Aeronautica Militare Italiana

E' stato presentato in Parlamento il programma SPIRA 2-Programma...

Motori Safran per gli H160M delle Forze Armate Francesi e per gli H160 della Gendarmerie Nationale

Safran sta assumendo un ruolo significativo sull'elicottero H160M Guépard...