fbpx

La US Navy commissiona il cacciatorpediniere lanciamissili USS Carl M. Levin 

A Baltimora nel Maryland, la US Navy, alla presenza del Segretario della Marina Carlos Del Toro, procede a commissionare ufficialmente il nuovo cacciatorpediniere USS Carl M. Levin (DDG 120).

L’USS Carl M. Levin (DDG 120) è un cacciatorpediniere classe Arleigh Burke del tipo Flight IIA ed è equipaggiato con l’ultima versione del sistema di combattimento Aegis. 

Il sistema di combattimento Aegis fornisce una copertura di difesa su un’ampia area contro bersagli aerei e missilistici balistici ed offre anche un’elaborazione superiore di dati di sensori complessi per consentire un processo decisionale a reazione rapida, un’elevata potenza di fuoco ed una migliore capacità di guerra elettronica contro una varietà di minacce.

I Flight IIA e III sono dotati di un sistema di lancio verticale Mk-41 (VLS) 64 celle ed un MK-41 a 32 celle in grado di impiegare missili per difesa antiaerea a medio raggio Standard SM-2, per difesa aerea a lungo raggio ed antimissile SM-3 e SM6 (quest’ultimo anche come missile superficie-superficie), missili ESSM in configurazione quadrupla per ESSM per la difesa a corto raggio e di punto, missili Tomahawk per attacchi antinave a lungo raggio (versione Block Vb) e per attacchi terrestri di precisione (Block IV e Va) nonché razzi antisommergibili ASROC.

Completano le dotazioni di armamento un cannone Mk 45 Mod 4 da 127/62 mm, un CIWS Phalanx, due impianti Mk 38 con mitragliere da 25 mm per la difesa ravvicinata e due impianti lanciasiluri tripli da 324 mm per siluri leggeri Mk 50 e 54.

I Flight IIA e III sono dotati di hangar e ponte di volo dimensionati per l’impiego di due elicotteri MH-60R Seahawk LAMPS III.

I Flight IIA sono dotati del sistema AN/SPY-1 D PESA (Passive Electronically Scanned Array) 3D ed adottano il radar di ricerca di superficie e di controllo del tiro AN/SPQ-9B e radar di navigazione e di ricerca di superficie BridgeMaster E.

La suite ASW è costituita dal sistema da combattimento AN/SQQ-89 articolato su un sonar array AN/SQS-53C, un sonar towed array multifunzione TB-37U e sul sistema di bordo AN/SQQ-28 LAMPS III.

I DDG Arleigh Burke sono protetti dalla suite di guerra elettronica AN/SLQ-32, dal sistema di contromisure anti siluro AN/SLQ-25 Nixie, da sistemi di lancio decoy Mk 36 Mod 12, Mk 53 Nulka ed Mk 59.

La nave, che sarà ospitata presso la Joint Base Pearl Harbor-Hickam, sarà il 72esimo cacciatorpediniere di classe Arleigh Burke ad essere commissionato, con altre 17 navi attualmente sotto contratto per il programma DDG 51. Lo USS Carl M. Levin è lungo 155,29 metri e larga 18 metri, con un dislocamento a pieno carico di 9.496 tonnellate. La base della nave sarà a San Diego.

Foto @General Dynamics Bath Iron Works

Articolo precedente

Il T-7A Red Hawk ha completato le prove di rullaggio previste dalla USAF

Prossimo articolo

Quota 2.000 motori prodotti da Northrop Grumman per i missili Trident II D5

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie