L’Air Force assegna 2 miliardi a Raytheon per il nuovo missile da crociera a testata nucleare

0
262
Airmen assigned to the 5th Aircraft Maintenance Squadron load AGM-86/B air-launched cruise missiles onto the wing of a B-52H Stratofortress at Minot Air Force Base, N.D., Nov. 3, 2015, during Exercise Global Thunder 16. (U.S. Air Force photo by Airman 1st Class J.T. Armstrong)

L’U.S. Air Force ha assegnato alla Raytheon Technologies un contratto da due miliardi di dollari per lo sviluppo del nuovo Air Launched Nuclear Cruise Missile (ALNCM).

Nello specifico il contratto copre la fase di sviluppo del Long Range Stand Off Weapon (LRSO) fino praticamente all’inizio della produzione prevista per febbraio 2027.

L’LRSO (designato attualmente YAGM-180A e YAGM-181A) sostituirà l’AGM-86B Air Launched Cruise Missile (ALCM) attualmente in uso e sviluppato negli anni 80′.

Il nuovo missile di Raytheon sarà compatibile con il Boeing B-52 Stratofortress, il B-2 Spirit ed il B-21 Long Range Strike Bomber (LRSB).

Secondo le informazioni disponibili il vettore sarà armato con una testata nucleare W80-4, versione più recente della W80-1 su AGM-86 e AGM-129, con una potenza

Diversamente dall’ALCM, accreditato di avere una gittata di circa 2.400 chilometri, l’LRSO dovrebbe superare i 2.500 chilometri.

L’altra differenza fondamentale è nell’integrazione del nuovo missile su tre velivoli diversi (B-52, B-2 e B-21) mentre l’ALCM può essere impiegato solamente dal B-52.

A seguito di quanto autorizzato dal Congresso per l’Anno Fiscale 2020, il requisito per versione dell’LRSO dotata di una testata convenzionale è stato accantonato.

L’AGM-86C/D CALCM (Conventional Air Launched Cruise Missile) è stato infatti sostituito dall’AGM-158B JASSM-ER di Boeing.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui