mercoledì, Febbraio 1, 2023

L’ATR 42-600 entra nel mercato cinese

Lo scorso 8 novembre la Civil Aviation Administration of China (CAAC) ha fornito la convalida del certificato di tipo per l’ATR 42-600 del principale produttore di turboelica.

Questa pietra miliare apre l’opportunità ad ATR di rientrare nel mercato cinese con un ordine fermo da un cliente non dichiarato per tre aeromobili. L’opzione più sostenibile per i viaggi aerei regionali, l’ATR 42-600 è un apripista ideale per la Cina, un vasto Paese che cerca di aumentare i collegamenti essenziali in modo redditizio e responsabile.

Nathalie Tarnaud Laude, Amministratore Delegato di ATR, ha dichiarato: “Ricevere la convalida del certificato di tipo ATR 42-600 da parte del CAAC, insieme a un ordine fermo, è un risultato importante che segna la reintroduzione dei turboelica ATR in Cina. L’ATR 42-600 si rivelerà senza dubbio un punto di svolta. ATR offre un’alternativa eco-responsabile ai jet, offrendo allo stesso tempo comfort e comodità ai passeggeri e servizi aerei essenziali per la prosperità delle comunità e delle imprese“.

L’aviazione regionale ha un effetto positivo ben studiato sull’economia e sulla società di un Paese: l’aumento dei voli regionali del 10% genera un aumento del 5% del turismo, un aumento del 6% del PIL regionale e un aumento dell’8% degli investimenti diretti esteri.

Fabrice Vautier, Vicepresidente commerciale senior di ATR, ha aggiunto: “Entro il 2035, prevediamo che in Cina saranno costruiti oltre 150 aeroporti e i turboelica svolgeranno un ruolo chiave nella creazione di una nuova rete di rotte brevi e sottili, a complemento del treno ad alta velocità offerta. La nostra previsione ventennale prevede la necessità di 280 nuovi turboelica nella regione, e ATR è perfettamente in grado di soddisfare questa domanda, contribuendo anche a ridurre la dipendenza dai sussidi pubblici e a ridurre le emissioni di CO2”.

Fonte e foto ATR

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI