L’Australia stanzia 3,5 mld di dollari per potenziare le capacità missilistiche

0
90

Il Governo di Canberra ha approvato l’acquisizione accelerata di capacità di armi migliorate per l’Australian Defence Force (ADF) per un costo totale di 3,5 miliardi di dollari.

Il Ministro della Difesa, l’on. Peter Dutton, ha annunciato che la Difesa accelererà l’acquisizione di: 

  • – Joint Air-to-Surface Standoff Missile Extended Range (JASSM-ER) per la Royal Australian Air Force;
  • – Naval Strike Missile (NSM) per la flotta di superficie della Royal Australian Navy;
  • – Mine marittime per proteggere i porti australiani e gli approcci marittimi.
  • Il Ministro Dutton ha affermato che con la situazione strategica in atto che per l’Australia diventa più complessa, l’ADF dovrà essere in grado di tenere sotto pressione le potenziali forze e infrastrutture avversarie da una distanza maggiore.
  • Inoltre, ha continuato Dutton sostenendo che il JASSM-ER e l’NSM permetteranno di equipaggiare RAAF e RAN con sistemi d’arma al vertice delle rispettive categorie per proteggere meglio gli approcci marittimi dell’Australia e, se necessario, contribuiranno alle operazioni della Coalizione nella regione Indo-Pacifico.
  • Il JASSM-ER consentirà all’FA-18F Super Hornet, ed in futuro all’F-35A Lightning II, di ingaggiare bersagli a una distanza di 900 km mentre l’acquisizione del Kongsberg NSM per sostituire il missile anti-nave Harpoon nelle fregate classe ANZAC e nei cacciatorpediniere classe Hobart fornirà un miglioramento significativo alla capacità di attacco marittimo dell’Australia, più che raddoppiando l’attuale raggio di attacco marittimo delle fregate e cacciatorpediniere della RAN.

A partire dal 2024, le fregate classe ANZAC ammodernate ed i moderni cacciatorpediniere classe Hobart avranno installato gli NSM al posto degli attuali Harpoon.

Fonte Ministero della Difesa Australiano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui