L’Australian Army acquista 24 UAV Boeing Insitu Integrator

0
121

Ventiquattro nuovi sistemi di sorveglianza aerea senza equipaggio, prodotti a Brisbane, saranno acquisiti dall’Australian Army come parte di un investimento del valore di 650 milioni di dollari.

Il Ministero della Difesa di Canberra ha selezionato Insitu Pacific Pty Ltd., una società controllata da Boeing, per fornire 24 velivoli a pilotaggio remoto “Integrator” nonché i sistemi di terra associati ed i servizi di integrazione.

Il Ministro della Difesa, il deputato Hon Peter Dutton, ha dichiarato che la piattaforma fornirà all’Esercito maggiori capacità di raccogliere informazioni, intraprendere missioni di ricognizione e sorveglianza e acquisire obiettivi per i sistemi d’arma in tutta la Australian Defence Force.

Insitu Pacific Pty Ltd. produrrà la nuova piattaforma presso stabilimento di Brisbane ed integrerà componenti prodotte da fornitori provenienti da tutto il Queensland e in tutta l’Australia.

In totale, questo progetto impegnerà l’80% del budget di 650 milioni di dollari da spendere in Australia utilizzando aziende e tecnologie australiane per produrre, mantenere e gestire la piattaforma per tutta la sua vita.

L’acquisizione e il periodo di contratto iniziale con Insitu Pacific Limited vale da solo 307 milioni di dollari.

La produzione dei sistemi per l’Australian Army è già iniziata, con consegne previste tra il 2023 ed il 2024.

L’Integrator (RQ-21) ha un peso massimo al decollo inferiore i 75 kg di cui 18 kg di carico utile, un’autonomia maggiore a 24 ore, una velocità massima superiore i 90 nodi ed una tangenza massima di poco inferiore i 6.000 metri.

Come sensori è possibile alternativamente montare una sensore elettro/ottico FMV ad alto zoom diurno, un sensore doppio imager (MWIR/EO giorno e notte FMV), un radar ViDAR per ricerca marittima di superficie, un designatore laser/puntatore/telemetro od altri carichi.

Foto Insitu

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui