fbpx

L’AW101 completa le prove in alta quota negli Stati Uniti

Un team interdipartimentale di Leonardo a Yeovil ha intrapreso con successo prove ad alta quota, che sono state completate nei tempi previsti con l’elicottero norvegese AW101 negli Stati Uniti. 

L’elicottero ha completato il suo piano di prova di 21 giorni in soli 16 giorni.

Il programma di miglioramento delle prestazioni dell’AW101 certifica l’aumento della potenza del motore e l’aumento della coppia nominale della scatola ingranaggi principale (Main Gear Box o MGB) al 117%. 

L’AW101 è stato messo alla prova in Colorado a Buena Vista e Leadville, che si trova a 1 miglio sul livello del mare, per espandere l’elemento di alta quota dell’inviluppo di decollo e atterraggio che contribuirà alla capacità complessiva del 117%.

I test in luoghi ad alta quota hanno dimostrato tecniche di atterraggio e recupero sicure in caso di guasto al motore, il che ha spinto le capacità dell’aeromobile ad un livello di soluzione certificabile. I test sul consumo di energia hanno reso l’elicottero a prova di futuro per i prossimi requisiti di certificazione.

Gli ingegneri di Leonardo, noti come Field Service Representatives (FSR) – guidati da Mark Davies, hanno ricostruito l’elicottero norvegese AW101-612 All-Weather Search and Rescue (AWSAR) sulla costa orientale dell’America, a Baltimora, dopo che era stato spedito negli Stati Uniti via mare.

L’equipaggio di Leonardo, composto dal Flight Test Engineer Richard Parkes e dai piloti collaudatori Matt Grindon e Nick Wharmby, ha poi volato 1.600 miglia ad ovest attraverso gli Stati Uniti verso gli aeroporti più alti del mondo per i test di gestione, prestazioni e certificazione a Buena Vista e Leadville.

L’equipaggio ha quindi ottimizzato l’ambito del test ed il sequenziamento in base alle condizioni meteorologiche per superare il piano previsto.

Gli ingegneri delle prestazioni e della gestione degli elicotteri Leonardo, Jonathan Lane, Jennifer Miles e Harry Thompson, hanno supportato l’acquisizione dei dati di tutti i punti di prova. 

Le dimostrazioni svolte alla presenza dei membri del team del Segretariato Generale della Difesa italiano e della Direzione Nazionale degli Armamenti (SEGREDIFESA) hanno convalidato le capacità ampliate del elicottero

Il supporto materiale, logistico e marittimo di Leonardo a Yeovil, inclusi i volontari per il trasporto a mano, ha evitato di perdere un solo giorno di volo e ha assicurato un’eccezionale disponibilità dell’aeromobile al 100%.

L’elicottero è ora imbarcato su una nave per tornare presso lo stabilimento du Leonardo a Yeovil, nel Regno Unito, attraverso Canada, Groenlandia, Islanda e Scozia, con arrivo nel Somerset entro la metà di ottobre. 

L’elicottero norvegese AW101 NAWSAR continuerà quindi il suo viaggio alla fine dell’anno per la consegna al Ministero Norvegese della Giustizia e della Pubblica Sicurezza che gestisce la linea per compiti SAR e supporto alle missioni della protezione civile.

Fonte e foto Leonardo company

Articolo precedente

Neonato di 7 giorni trasportato d’urgenza con un velivolo dell’Aeronautica Militare da Alghero a Genova

Prossimo articolo

La Lituania potenzia la Riserva

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie