fbpx

Le Forze Armate Austriache provano con successo il Counter-small Unmanned Aerial System di Rheinmetall

Le Forze Armate Austriache e Rheinmetall hanno testato con successo il Counter-small Unmanned Aerial System (C-sUAS), che era stato consegnato nel maggio 2022, come parte di un’esercitazione realistica. 

Il sistema dispiegabile C-sUAS di Rheinmetall è attualmente in fase di valutazione da parte delle Forze Armate Austriache insieme ad altri sistemi nell’ambito del progetto Countering Emerging Air Threats (C-EAT). 

A seguito del successo dei test, le Forze Armate Austriache hanno prorogato di sette mesi il contratto di locazione.

Dopo che la formazione sul sistema era stata completata, la capacità operativa del sistema Rheinmetall C-sUAS doveva ora essere testata il più intensamente possibile in condizioni reali. 

A tale scopo è stato sviluppato un sofisticato programma di test, che comprendeva sia test che voli di attacco realistici da parte di piccoli droni. 

L’obiettivo era rilevare e verificare chiaramente questi droni il prima possibile utilizzando un mix di sensori su vasta scala. 

Una possibile lotta contro questi droni nemici è stata dimostrata per mezzo di jammer. Un punto culminante speciale è stata l’introduzione del dispositivo di inseguimento del bersaglio tramite tablet dal sistema di comando e controllo di livello superiore all’operatore del jammer.

Il gran numero di droni utilizzati – dai droni disponibili in commercio ai modelli con propulsione a reazione fino ai droni autocostruiti controllati secondo lo standard radiomobile LTE – ha mostrato chiaramente che la moderna difesa dei droni può essere gestita in modo efficiente solo in rete.

Una settimana di test intensa e di successo ha fornito una moltitudine di importanti spunti ed esperienze“, ha affermato Matthias Diem, Vice President Counter Drones and Aviation Markets. “Dal nostro punto di vista, l’esercitazione è stata un esempio istruttivo di come le forze armate orientate all’innovazione, insieme all’industria, possano acquisire le conoscenze necessarie per sviluppare e adattare le tecnologie di domani per possibili nuove minacce dall’aria in una fase iniziale. Un grande il ringraziamento va alla Scuola di Difesa Aeronautica e Antiaerea di Langenlebarn per l’ottima organizzazione ed esecuzione di questa lungimirante esercitazione.”

Le Forze Armate Austriache avevano selezionato il sistema C-sUAS di Rheinmetall e lo avevano prestato per un periodo di sei mesi di test e valutazione. 

Nel maggio 2022 Rheinmetall Air Defense AG ha spedito all’Esercito Austriaco l’ultima versione del suo sistema aereo senza pilota contro-piccolo (C-sUAS) rapidamente dispiegabile. Questo contratto di locazione è stato ora prorogato.  

Il sistema comprende due shelter, che consentono un rapido dispiegamento su rimorchi e camion standard. L’unità sensore si eleva automaticamente e può essere dotata di varie tecnologie di rilevamento, tra cui radar in banda X e S, localizzatore di emettitori passivi, ricevitore ADS-B e altri, se necessario. 

Un sensore PTZ elettro-ottico a 360° integrato e stabilizzato offre funzionalità di verifica e tracciamento all’avanguardia.

Basato sul collaudato sistema di comando e controllo Oerlikon Skymaster, lo shelter separato C2 è una vera e propria postazione di lavoro dell’operatore. 

Skymaster offre un livello eccezionale di fusione dei dati dei sensori e molteplici funzioni operative, inclusa la scalabilità a dispositivi di rilevamento del bersaglio integrati ed effettori per diverse contromisure, nonché collegamenti a livelli più alti.

Fonte e foto Rheinmetall

Articolo precedente

Iniziata la costruzione del cacciatorpediniere USS Sam Nunn

Prossimo articolo

Siluri pesanti Mk 48 per la US Navy e la Royal Australian Navy

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie