Le navi impegnate nell’Operazione Mare Sicuro prestano soccorso ad un marittimo infortunato

0
296

Nel tardo pomeriggio di ieri, 20 febbraio 2022, il cacciatorpediniere Luigi Durand De La Penne e la fregata Marceglia, navi impegnate nell’Operazione Mare Sicuro nel Mediterraneo centrale, hanno prestato soccorso ad un marittimo imbarcato su un motopesca nazionale che, a seguito di un incidente a bordo, risultava ferito ad una mano.

Nave Marceglia, ricevuta la richiesta di soccorso via radio, ha inviato a bordo dell’imbarcazione un team sanitario per prestare le prime cure all’infortunato.

Successivamente, valutato necessario il trasferimento dello stesso presso una struttura ospedaliera, il marittimo – non in pericolo di vita – è stato trasferito mediante elicottero di nave De La Penne presso l’ospedale di Catania per le cure specialistiche.

La Marina Militare, da sempre impegnata nella condotta di attività di presenza e sorveglianza a tutela degli interessi nazionali sul mare, grazie alle capacità d’intervento insite nello strumento aeronavale, svolge una costante attività di vigilanza marittima, capacità già consolidata ed indispensabile per la tutela degli interessi nazionali tra cui meritano particolare menzione le attività di controllo della costituenda Zona Economica Esclusiva (ZEE) nazionale, intesa come estensione, verso l’alto mare, della domestic jurisdiction in materia di tutela dell’ambiente marino e delle connesse risorse economiche (naturali, minerarie ed energetiche).

Fonte Marina Militare-Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui