domenica, Novembre 28, 2021

Leonardo a Formidable Shield 2021

-

La conferma delle avanzate capacità di rilevamento, tracciamento, comunicazione, comando e controllo della sensoristica di Leonardo è avvenuta nel corso dell’ASD/FS21 (At Sea Demonstration/Formidable Shield 2021), la principale esercitazione di difesa aerea e antimissile in ambito NATO, che quest’anno si è svolta dal 15 al 30 maggio presso il poligono delle Isole Ebridi (Scozia, UK).

In uno scenario estremamente realistico, si sono svolte attività di contrasto, reali e simulate, contro bersagli subsonici, supersonici e balistici e, al contempo, sono state provate le capacità di trasmissione informazioni e interoperabilità tra navi, aerei e mezzi terrestri di 10 nazioni e di coordinamento della risposta a livello di Coalizione.

Per Leonardo sono stati testati gli sviluppi di sistemi a bordo di Nave Marceglia, ottava fregata Classe FREMM (Fregata Europea Multi-Missione) della Marina Militare Italiana. Capace di localizzare, classificare e tracciare minacce balistiche con estrema precisione in un raggio di 250 km, il radar 3D Kronos MFRA (Multi-Function Radar Active), in configurazione sperimentale, ha dimostrato di poter seguire il bersaglio sin dalla fase iniziale, in cui il missile balistico arriva a raggiungere velocità superiori ai 1.800 m/s e accelerazioni oltre i 6G, per poi mantenere il tracciamento oltre i 200 km di quota e acquisire il bersaglio. 

Validati, inoltre, il sistema di comunicazione MDLP-EVO (Multi Data Link Processor) per lo scambio di dati tattici e l’apparato di identificazione amico/nemico IFF (Identification Friend or Foe), aggiornato allo standard NATO Modo 5, in grado di distinguere nello scenario operativo i soggetti alleati da quelli “non cooperanti”.

Il coordinamento delle operazioni di difesa aerea e anti-missile è stato assicurato dal Combat Management System (CMS), il “cervello” della nave, che elabora i dati acquisiti dai diversi sensori della nave e delle altre unità in gioco, presentando in tempo reale un quadro tattico della situazione per supportare decisioni e interventi a livello di Coalizione. 

Risultati positivi anche per i sistemi d’arma, in particolare per i tiri dal 76/62 Super Rapido con munizionamento guidato DART da 76 mm, che confermano l’ampio spettro delle capacità di protezione di questo sistema, anche dalle minacce più sofisticate, rappresentando la frontiera tecnologica per le artiglierie navali. Infine, anche i lanci con ASTER 30 di MBDA, consorzio europeo di cui Leonardo ha una quota del 25%, hanno dato prova della loro efficacia tecnologica e di protezione da missili e bersagli. 

Comunicato stampa Leonardo: qui

Ultime notizie

Lo scorso venerdì 19 novembre, presso la Sala Propulsori del 32° Stormo di Amendola (Foggia), si è conclusa la sessione...
È stato progettato un prototipo per un kit di conversione ibrida commerciale per veicoli tattici militari per ridurre il...
Indra, una delle principali società globali di tecnologia e consulenza, ha stipulato un contratto con il cantiere coreano DSME...
Oshkosh Defense LLC si è aggiudicata un appalto di circa 592 milioni di dollari assegnato dal Dipratimento della DSifesa...

Da leggere

Gli Stati Uniti diventano Paese osservatore nel programma NATO Next Generation Rotorcraft Capability

In occasione della Conferenza internazionale sulla Sicurezza in corso...

Saltata la trattativa d’acquisto di Piaggio Aerospace

E' saltata la proposta e trattativa in esclusiva per...