Leonardo aggiornerà il primo velivolo di prova NATO E-3A

0
272

Nell’ambito del NATO Final Lifetime Extension Program (FLEP), Leonardo è stata incaricata da Boeing – quale prime contractor della NAPMA (NATO AEWC Program Management Agency) – di aggiornare il primo velivolo di prova NATO E-3A con l’hardware più recente. L’obiettivo del FLEP è mantenere la flotta NATO di velivoli E-3A Airborne Warning and Control System (AWACS), che saranno operativi fino al 2035.

Boeing E-3A (NATO) (8739203052).jpg


L’attività, da completare entro il 2023, include l’installazione e il checkout di hardware di nuova concezione nell’ambito del FLEP (Final Lifetime Extension Program) realizzato dal personale altamente specializzato di Leonardo dello stabilimento di Venezia-Tessera in Italia. Leonardo fornirà poi anche supporto durante la fase di test finale presso la base aerea NATO di Geilenkirchen. 

Questo nuovo impegnativo compito si unisce alle attività in corso di Depot Level Maintenance (DLM) che Leonardo sta già svolgendo nell’ambito del programma NATO AWACS (Airborne Warning & Control System) dal 1986“, ha affermato Dario Marfe ‘, SVP Commercial and Customer Services at Divisione Velivoli di Leonardo. “Essere selezionati da Boeing per l’aggiornamento del primo velivolo di prova NATO E-3A è il riconoscimento da parte di un OEM di aeromobili (Original Equipment Manufacturer) e della NATO dell’eccellente supporto fornito quotidianamente da Leonardo negli ultimi decenni alla flotta E-3A supporto e aggiornamento.

La NATO gestisce una flotta di aeromobili Boeing E-3A Airborne Warning & Control System (AWACS), con le sue caratteristiche cupole radar montate sulla fusoliera, che forniscono all’Alleanza sorveglianza aerea, comando e controllo, gestione dello spazio di battaglia e comunicazioni. La NATO Air Base (NAB) di Geilenkirchen, in Germania, ospita 14 aerei AWACS.

Fonte Leonardo company

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui