fbpx

L’European Air Transport Command supporterà nel 2024 tre Aeronautiche europee nel dispiegamento nel Indo-Pacifico ed Artico

Presso il Quartier Generale del European Air Transport Command (EATC) ad Eindhoven nei Paesi Bassi, i Capi di Stato Maggiore della Luftwaffe, del Ejèrcito del Aire y del Espacio e del Armèe de l’Air et de l’Espace hanno siglato una Lettera di Intenti, con l’obiettivo di mostrare l’approccio comune nelle regioni dell’Indo-Pacifico e dell’Artico all’interno di un quadro europeo compartecipe, migliorando le capacità operative e l’interoperabilità.

Infatti, le tre Aeronautiche parteciperanno nel 2024 ad operazioni di presenza costante nell’area del Indo-Pacifico e del Artico.

La novità, rispetto alla Germania che ha iniziato quest’anno ad operare in Asia e nella regione artica, con la Francia già ben presente nell’area del Indo-Pacifico con i suoi Territori d’Oltremare, è rappresentata dalla Spagna.

L’EATC è comando multinazionale che controlla circa 170 assetti dislocati presso le basi aeree nazionali dei sette Paesi membri (Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Spagna).

L’EATC nasce come un’organizzazione unica per assicurare la mobilità aerea militare, compresi i trasporti ,  il rifornimento in volo e l’evacuazione aeromedica in Europa. L’obiettivo generale perseguito dal EATC è migliorare l’efficacia e l’efficienza degli sforzi di trasporto aereo militare dei Paesi membri.

In questo quadro, recentemente l’EATC ha supportato attivamente l’Aeronautica Militare Italiana nel complesso ed elaborato dispiegamento in Giappone che ha visto trasferire dall’Italia 4 F-35, 1 G-550 CAEW (Conformal Airborne Early Warning), 3 KC-767A, di cui 2 in configurazione AAR (Air to Air Refuelling) e 1 per personale e cargo, e 2 C- 130J in configurazione SAR oceanica (Search and Rescue) a circa diecimila km di distanza per operare in missioni addestrative con la Japan Air Self-Defense Force (JASDF).

Il lungo dispiegamento dall’Italia al Giappone, con tappe a Doha (Qatar), Malé (Maldive) e Singapore, è stato gestito con profitto dalla tasking cell AAR dell’EATC.

A livello di rifornimento in volo, l’EATC gestisce gli A330 MRTT francesi, olandesi spagnoli, tedeschi e multinazionali, nonché i KC-767A italiani.

A livello di trasporti, rientrano nel comando EATC gli A400M belgi, francesi, lussemburghesi, spagnoli e tedeschi, i C-130J/KC-130J francesi, italiani, tedeschi, i C-27J italiani, i C-295 spagnoli ed altri tipi di velivoli impiegati anche per missioni aeromediche.

L’EATC gestisce l’intero processo dalla pianificazione e assegnazione dei compiti al controllo sia in tempo di pace che in tempi di crisi.

Fonte e foto @European Air Transport Command (EATC)

Articolo precedente

Consegnato alla Repubblica Ceca il primo elicottero UH-1Y Venom

Prossimo articolo

Il NATO Mountain Warfare Centre of Excellence

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie