fbpx

L’impegno di Thales nel programma Tiger Mk III

L’Organizzazione congiunta per la cooperazione negli armamenti (OCCAr), per conto della Direzione generale degli armamenti (DGA) per la Francia e della Dirección General de Armamento y Material (DGAM) per la Spagna, ha notificato ad Airbus Helicopters lo sviluppo del nuovo standard per Elicottero d’attacco Tiger. Le tecnologie Thales a bordo della piattaforma forniranno alle forze francesi e spagnole sistemi connessi e innovativi ad alte prestazioni.

Oggi l’elicottero Tiger è in grado, giorno e notte, di svolgere missioni di ricognizione, supportare truppe a terra o addirittura neutralizzare bersagli a terra, qualunque siano le condizioni meteorologiche. I miglioramenti apportati all’elicottero d’attacco Tiger forniranno alla piattaforma nuovi mezzi di rilevamento, riconoscimento e identificazione, conferendole maggiori capacità operative. Faciliteranno la missione dell’equipaggio e consentiranno anche al Tiger di evolversi in un ambiente collaborativo, un elemento chiave delle missioni di domani. Collegato con il sistema Scorpion dell’esercito ma anche con i sistemi di droni, le sue capacità di comunicazione, gestione della missione e autoprotezione saranno notevolmente migliorate.

Questi lavori di ristrutturazione si basano in particolare sui riscontri delle truppe francesi impegnate in numerosi teatri operativi in ​​Afghanistan, Libia o anche all’interno della striscia sahelo-sahariana nell’ambito delle operazioni di contrasto ai gruppi terroristici armati. Lo sviluppo e l’integrazione di nuove tecnologie a bordo della piattaforma darà alle forze un vantaggio contro il nemico, anche in un conflitto ad alta intensità. Le forze potranno così svolgere le missioni loro assegnate oltre il 2040.

Gli sviluppi effettuati dai team tecnici e industriali di Thales includono una modernizzazione dell’avionica head-up, grazie alle cuffie TopOwl Digital Display. Grazie alle sue tecnologie più efficienti, l’equipaggio potrà affrontare le condizioni di volo più complesse e sfruttare al meglio i sensori e i suoi sistemi d’arma di bordo. La suite avionica FlytX si interfaccerà con un sistema di gestione dei dati sul campo di battaglia tattico. Pertanto, l’interazione dei piloti con la cabina di pilotaggio e la loro comprensione dell’ambiente sarà notevolmente migliorata, in modo che possano concentrarsi efficacemente sulla loro missione. Per quanto riguarda la protezione della piattaforma, beneficerà di una completa modernizzazione con un nuovo sistema di autoprotezione costruito attorno al CATS-150 di Thales.

A livello di sistema d’arma, i razzi a guida laser soddisferanno le esigenze operative dei combattenti aerei. Durante le operazioni aeree, il sistema di comunicazione radio di nuova generazione (CONTACT) consentirà un’integrazione sicura nella bolla SCORPION dell’esercito, nonché comunicazioni con altri utenti dello spazio aereo. Sarà inoltre dotato di due terminali di collegamento dati Micro-TMA: uno consente il collegamento per la guida dei nuovi missili aria-terra, l’altro fornisce un collegamento video con i droni facilitando così il combattimento collaborativo, chiave di volta dell’aria sistema di combattimento per i prossimi vent’anni. Infine, l’elicottero d’attacco beneficerà di un GPS a doppia costellazione e del sistema di navigazione satellitare Galileo.

Lo standard 3 Tiger svolgerà le sue missioni al fianco di elicotteri specializzati come i Cayman, i Caracal e gli elicotteri leggeri Cheetah, le cui prime consegne avverranno nel 2027 (programma HIL).

Fonte ed immagine Thales

Articolo precedente

Reggimento Paracadutisti Ricognizione e Acquisizione Obiettivi

Prossimo articolo

Assegnato alla Zealab la manutenzione della trasmissione degli M113 spagnoli

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie