fbpx

L’industria polacca è coinvolta nella produzione di lanciarazzi e dei mezzi di supporto

E’ stato concluso un accordo quadro dal Ministero della Difesa Nazionale Polacca con le società nazionali dell’industria della difesa per la fornitura di elementi di sistemi d’arma di lanciarazzi multipli acquistati per le esigenze delle Forze Armate Polacche negli Stati Uniti e nella Corea del Sud.

L’accordo concluso tra l’Agenzia degli armamenti, in rappresentanza del Tesoro di Stato della Repubblica di Polonia, ed il consorzio PGZ-WWR, mira a definire i termini e le condizioni per la conclusione di accordi esecutivi individuali relativi all’implementazione di elementi nazionali di artiglieria missilistica a lungo raggio e sistemi di controllo del tiro nell’ambito del progetto per equipaggiare i lanciarazzi multipli M142 HIMARS (USA) e K239 CHUNMOO (Corea del Sud) delle forze armate.

Il programma relativo all’implementazione di elementi domestici di moduli di fuoco di artiglieria missilistica a lungo raggio è il secondo in termini di valore, dopo il programma NAEW, il più grande programma in cui è coinvolta l’industria della difesa polacca. 

Il costo stimato supererà i 20 miliardi di PLN e il volume degli ordini per equipaggiamento militare, principalmente vari tipi di veicoli, dai veicoli 4×4 ai telai 8×8, ammonterà a diverse migliaia di copie.

Gli elementi che saranno consegnati dal consorzio PGZ-WWR includono: chassis speciale JELCZ progettato per l’integrazione di moduli di lancio americani e coreani, veicoli di ricognizione di artiglieria, veicoli di comando, veicoli porta munizioni, veicoli di evacuazione tecnica, sistemi aerei senza pilota, sistemi di comunicazione e sistemi radar ed un pacchetto completo di attrezzature logistiche.

Per il primo semestre del prossimo anno è previsto il completamento del processo di appalto per i contratti individuali esecutivi, che consentirà l’inizio delle consegne già nel 2023.

Fonte e foto Agenzia degli Armamenti del Ministero della Difesa Nazionale Polacca

Articolo precedente

La Marina Tedesca verso l’adozione delle munizioni guidate Vulcano 127mm

Prossimo articolo

Mosca ordina il ritiro da Kherson

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie