Lo Sky Sabre diventa operativo nelle fila del British Army

0
517
All three Sky Sabre vehicles are brought into action on Thorney Island. At the rear is he Agile Multi-Beam surveillance radar (affectionally referred to as the Giraffe) with itÕs tall radar.British Army has taken delivery of its brand new state-of-the-art intermediate air defence system, Sky Sabre.It marks a wholesale upgrade to the venerable Rapier system that has now been in service for nearly five decades. Sky Sabre, comprising of three separate components:1) The Agile Multi-Beam surveillance radar (affectionally referred to as the Giraffe,2) The Battle Management Command & Control Communications centre.3) The Land Ceptor missile delivery vehicle. (all are pictured together for the purposes of the photographs, on the battlefield they could be expected to operate up to 15Km apart).The system has the ability to engage multiple targets simultaneously and can take out aircraft, drones and even laser guided bombs at a range of 120Km using the CAMM (Common Anti-Air Modular Missile) travelling at over 2300 miles per hour

Il sistema di difesa aerea terrestre Sky Sabre basato sul missile superficie-aria CAMM (Common Anti-air Modular Missile) sviluppato da MBDA UK è stato consegnato da DE&S del Ministero della Difesa Britannico alla Royal Artillery (RA) del British Army.

Il sistema Sky Sabre totalmente integrato è stato accettato nell’arsenale dell’AR, fornendo un cambio di passo nella capacità a medio raggio della difesa antiaerea e, con esso, velocità, accuratezza, precisione e acquisizione del bersaglio senza precedenti.

Il nuovo sistema sta sostituendo l’attuale Rapier ammodernato, che recentemente è entrato nel suo quinto decennio di attività con le Forze Armate del Regno Unito.

Sky Sabre è gestito dal 16 Regiment Royal Artillery, parte del 7 Air Defense Group, con sede a Baker Barracks, Thorney Island nel West Sussex. Il 16 Regiment ha in corso di preparazione un vasto pacchetto di addestramento per la transizione del personale operativo e tecnico dal Rapier allo Sky Sabre.

Il nuovo sistema è in grado di controllare fino a 24 missili contemporaneamente in volo ed indirizzarli su altrettanti bersagli individuali.

Sky Sabre è composto da tre elementi principali: il Posto Comando e Controllo del Centro missilistico superficie-aria (SAMOC), dal Radar Giraffe Agile Multi Beam 3D(GAMB) e dal lanciatore Land Ceptor.

L’israeliana Rafael Advanced Defence Systems è responsabile della fornitura del SAMOC o Battle Management e Intelligence che collega il radar con i missili e li invia sui loro obiettivi, tramite data Link 16, un collegamento dati tattico che consente a Sky Sabre di condividere pienamente le sue informazioni le altre Forze Armate Britanniche e quelle Alleate, e di essere pienamente integrabile nelle operazioni congiunte, combinate o della NATO.

SAAB fornisce il GAMB 3D in grado di poter operare a 360 gradi fino a un raggio di 120 km, che è già in servizio con la 49 Battery del 7 Air Defense Group.

Infine, MBDA fornisce il Land Ceptor, la versione terrestre del CAMM-Ground Based Air Defence, un missile del peso di 99 kg, lungo 3,2 metri con diametro di 166 mm, in grado di raggiungere una velocità di mach 3 ed un raggio operativo superiore i 25 km, con gittata utile minima inferiore ad 1 km dal punto di lancio.

I sistemi possono essere dispiegati entro un raggio di 15 km dal SAMOC, il che aumenta la dispersione dei lanciatori e la capacità di coprire aree più vaste.

Il CAMM è dotato di una spoletta modulare che può essere attivata in modalità prossimità od impatto diretto ed ha una testata esplosiva a frammentazione controllata.

Il missile CAMM impiega un sensore di ricerca (seeker) RF attivo, che fornisce prestazioni eccellenti in tutte le condizioni atmosferiche, facendo a meno di un radar di illuminazione/controllo del fuoco, grazie al doppio datalink che opera tra missile e sistema di lancio.

Il Land Ceptor adotta una tecnologia Soft Vertical Launch che riduce il peso del sistema e fornisce un’installazione flessibile, nonché permette lanci a “freddo” dei missili.

Ogni veicolo di lancio è in grado di poter trasportare ed impiegare due gruppi con quattro contenitori/lanciatori VLS per un massimo di otto missili pronti al lancio. Ogni batteria è formata da tre veicoli lanciatori, il veicolo posto comando, il veicolo radar e veicoli per il rifornimento dei missili e di supporto logistico.

Foto British Army

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui