domenica, Agosto 1, 2021

Lo Stabilimento Militare di Produzione Cordami di Castellammare di Stabia

-

La scorsa settimana, il Direttore Generale AID (Agenzia Industrie DifesaNicola Latorre, accompagnato dal C. Ammiraglio Corona e dal Direttore dello Stabilimento C. V. Caporossi, ha visitato lo Stabilimento Militare di Produzione Cordami di Castellammare di Stabia. Al termine della visita, si è svolto un cordiale e proficuo incontro tra il Direttore Generale e le rappresentanze dei lavoratori della “Corderia“.

Immagine

Antica tradizione ed eccellenza delle lavorazioni

Aperto nel 1796, lo Stabilimento rappresenta la corderia italiana più antica, di grande tradizione storica e marinaresca. Costituisce un’eccezione in Italia per l’importanza nella realizzazione di attrezzature navali rinomate per le lavorazioni artigianali. Tra i servizi offerti ci sono anche le opere di collaudo, disponendo di un laboratorio attrezzato con capacità fino a 70 t, e la consulenza tecnica, vantando il riconoscimento R.I.N.A.

Immagine

L’Unità Produttiva di Castellammare di Stabia è, inoltre, nota per fornire le attrezzature e i cordami all’Amerigo Vespucci, il veliero della Marina Militare costruito come nave scuola dell’Accademia Navale.

Immagine

Attività dello Stabilimento

Lo Stabilimento è in grado di fornire tutti i tipi di cordami, nonché attrezzature navali quali biscagline, reti ponte di volo etc., è inoltre attivo nel settore dei collaudi sia delle materie prime (filati) che dei prodotti finiti (cavi).

Relativamente le attrezzature navali, lo Stabilimento Militare di Produzione Cordami produce reti di tutti i tipi (para-bossoli, ponte di volo), biscagline, tappetini, paglietti. Le attrezzature navali, realizzate a mano nel reparto lavorazioni artigianali, costituiscono un’eccezione in Italia.

Inoltre, è attiva la produzione di tutte le tipologie di cavi (trecciati e commessi) da pochi millimetri di diametro (spaghi) fino a 120 mm di diametro (cavi di ormeggio) sia in fibra naturale (canapa, sisal, manilla, yuta ) che sintetica (polipropilene, poliammide, polipropilene/poliestere, poliestere, polysteel).

Tutti i cavi prodotti sono conformi alle norme UNI EN ISO. Il controllo della produzione è assicurato dal laboratorio misure e collaudi interno che, per l’effettuazione delle prove di trazione del cordame, dispone di dinamometri con portata fino a 750KN equipaggiati con celle di carico certificate SIT e con software di elaborazione conforme alla UNI8076.

Partners dello Stabilimento Militare di Produzione Cordami/AID sono il Ministero della Difesa, l’Agenzia Spaziale Italiana (A.S.I.), l’ Università LA SAPIENZA (DIAAEE), il Centro Italiano Ricerche Aerospaziali (CIRA), AVIO.

Fonte Agenzia Industrie Difesa

Ultime notizie

Il Dipartimento di Stato di Washington ha dato parere favorevole ad una possibile vendita militare straniera (FMS) al Governo Israeliano...
Saab ha firmato un contratto con l'Ufficio federale tedesco per le attrezzature, la tecnologia dell'informazione e il supporto in...
Il 30 luglio 2021 è avvenuto il primo della nuova versione Integrated Functional Capability Four (IFC-4) del drone HALE...
Il velivolo simulatore in volo variabile NF-16D (VISTA) è stato rinominato come X-62A, a partire dal 14 giugno 2021.Il...

Da leggere

Sensori IR neuromorfici in campo militare, il programma della DARPA

Raytheon Intelligence & Space, un'azienda di Raytheon Technologies, si...