fbpx

Lockheed Martin costruirà nuove batterie per armi ipersoniche a lungo raggio del US Army

L’Esercito degli Stati Uniti ha assegnato a Lockheed Martin un contratto del valore di 756 milioni di dollari per fornire ulteriori capacità al sistema d’arma ipersonico terrestre, il Long Range Hypersonic Weapon (LRHW).

In base al nuovo contratto, Lockheed Martin fornirà all’Esercito ulteriori apparecchiature per le batterie LRHW, supporto ingegneristico per sistemi e software nonché soluzioni logistiche.

I lavori della commessa saranno eseguiti a Huntsville, in Alabama, con una data di completamento stimata per il 28 febbraio 2028.

L’LRHW introdurrà una nuova classe di missili ipersonici a lungo raggio ultrarapidi e manovrabili con la possibilità di essere lanciati da piattaforme mobili terrestri.

Il sistema d’arma LRHW è progettato per lanciare il missile ipersonico comune All Up Round (AUR) – fornito dal programma Conventional Prompt Strike (CPS) gestito dalla Marina Statunitense – e comprende trattore e rimorchio, un centro operativo della batteria e lanciatori elevabili del Esercito.

Con questo contratto saranno allestite batterie aggiuntive per il futuro impiego sul campo, supportate i test di volo e sarà assicurato il supporto tecnico e logistico ha dichiarato Steve Layne, vicepresidente dei sistemi d’arma d’attacco ipersonici di Lockheed Martin.

Lockheed Martin ha consegnato al US Army le attrezzature per la prima batteria LRHW, denominata “Dark Eagle”, nel 2021. L’azienda continuerà a supportare l’Esercito degli Stati Uniti per soddisfare questa esigenza critica per la sicurezza nazionale.

Fonte Lockheed Martin

Foto @US Army/Spec. Chandler Coats

Ultime notizie