fbpx

L’Ucraina continua a fornire motori alla Turkish Aerospace Industries

La cooperazione tra Ucraina e Turchia nel settore aeronautico continua a consolidarsi, nonostante le difficoltà logistiche e geopolitiche. Infatti, Mehmet Demiroglu, CEO di Turkish Aerospace Industries (TAI), ha confermato che l’Ucraina continua a fornire motori aeronautici alla Turchia.

Demiroglu ha sottolineato che, sebbene sia difficile ottenere motori dall’Ucraina, le consegne stanno comunque avvenendo, anche se con difficoltà. “È difficile ottenere motori dall’Ucraina. Ci tiene in tensione. Ma ad oggi, l’Ucraina è ancora in grado di effettuare consegne, seppur con difficoltà” ha dichiarato.

Un esempio concreto di questa cooperazione è il recente volo inaugurale del drone stealth ANKA-3, alimentato da un motore ucraino sviluppato da Ivchenko-Progress. Questo evento segna un traguardo significativo per l’industria aerospaziale turca, dimostrando le capacità avanzate dei droni ANKA e la fiducia riposta nei motori ucraini.

Oltre al drone ANKA-3, anche altri importanti progetti aeronautici turchi utilizzano motori ucraini. L’elicottero ATAK-2 e l’elicottero utility da 10 tonnellate T925 presentato nel 2023, entrambi prodotti da Turkish Aerospace Industries (TAI), sono equipaggiati con motori provenienti dall’Ucraina.

Un altro aspetto cruciale discusso è la possibilità di avviare la produzione locale di questi motori in Türkiye, sotto licenza. Secondo Demiroglu, “grandi progressi sono stati fatti” in questa direzione. La produzione locale potrebbe ridurre le dipendenze logistiche, migliorare la sicurezza dell’approvvigionamento e rafforzare ulteriormente l’industria aerospaziale turca.

Foto credit @Turkhish Aerospace Industries (TAI)

Articolo precedente

Il nuovo AIM-174B il game changer della US Navy

Prossimo articolo

Ammodernamenti per i veicoli da ricognizione e Joint Fire Support Team Fennek tedeschi

Ultime notizie