fbpx

M2 Bradley per la Grecia

Negli Stati Uniti una commissione del Esercito Greco ha selezionato 164 veicoli da combattimento della fanteria del tipo M2A2 ODS-SA tra i Bradley in riserva del US Army per equipaggiare i propri battaglioni di fanteria meccanizzata.

I primi 62 M2A2 ODS-SA saranno forniti gratuitamente attraverso il programma Excess Defense Articles (EDA), mentre gli altri 102 saranno acquistati a prezzo contenuto dalla BAE Systems, l’azienda che cura la produzione dei nuovi esemplari e l’aggiornamento di quelli prodotti negli anni Ottanta-Novanta del passato secolo.

A tal fine la commissione greca integrata da ufficiali del US Army ha compiuto un’ispezione congiunta presso il campo Shelby, in Mississippi, per selezionare i veicoli in condizioni migliori tra quelli disponibili per la cessione.

Gli obiettivi dell’esercito greco sono di equipaggiare 4 battaglioni su tre compagnie con 41 veicoli ciascuno e di migliorarne la potenza di fuoco rispetto ai veicoli attuali in uso negli Stati Uniti armati con mitragliera/cannone da 25 mm, mitragliatrice coassiale da 7,62 mm e coppia di lanciatori per missili TOW2A/B.

Tali mezzi prenderanno il posto dei più vecchi M113 e si affiancheranno ai Leonidas 2 di progettazione e costruzione greca ed ai Marder 1A3 ceduti dalla Germania a titolo di “risarcimento” per l’avvenuto trasferimento all’Ucraina di mezzi di epoca sovietica.

Gli M2A2 ODS (Operation Desert Storm) ricevettero nei primi anni Novanta una serie di aggiornamenti tra cui un telemetro laser sicuro per gli occhi (ELRF), un sistema di navigazione tattica (TACNAV) che incorporava il ricevitore GPS leggero di precisione (PLGR) ed i digital compass systems (DCS), un dispositivo di contromisura missilistica progettato per sconfiggere i missili filo guidati di prima generazione, e la Force XXI Battle Command Brigade e below (FBCB2) Battlefield Command Information System.

Lo stivaggio interno è stato ulteriormente migliorato ed è stato aggiunto un sistema di imaging termico per il conducente. La squadra di fanteria è stata portata a sette uomini, sei dei quali siedono uno di fronte l’altro su due panchine da 3 uomini nell’abitacolo, con il settimo fuciliere posto dietro la torretta.

Un riscaldatore MRE è stato aggiunto al veicolo per aiutare nella preparazione del cibo mentre si è sul campo od in zona di guerra.

In futuro, è possibile che la Grecia riceva un numero maggiore di veicoli della serie Bradley dei modelli da combattimento della fanteria (M2) che da ricognizione (M3) non ammodernati dal US Army.

Nelle intenzioni del Esercito Greco i 162 Bradley ottenuti dalle eccedenze statunitense saranno ammodernati per raggiungere lo standard M2A3 o quello più avanzato A4 al quale sono portati parte degli esemplari del US Army da parte di BAE Systems.

Foto @US Army

Ultime notizie