sabato, Ottobre 23, 2021

Maxi sequestro di armi iraniane destinate ai ribelli huthi in Yemen

-

Normandy intercepts an illicit shipment of advanced weapons

L’incrociatore lanciamissili USS Normandy (CG-60) mentre svolgeva una missione di pattugliamento nell’area di appartenenza dell’ U.S. Central Command ha intercettato una piccola imbarcazione a vela nel Mar arabico

Normandy intercepts an illicit shipment of advanced weapons

A bordo sono stati rinvenuti 150 missili anti-carro “Dehlavieh” (copia iraniana su licenza dell’ATGM russo “Kornet”), 3 missili aria-superficie, visori notturni, componenti per sistemi a controllo remoto sia aerei che navali, munizioni e altre parti di sistemi d’arma. Tutto di produzione iraniana.

Le armi sarebbero destinate ai ribelli huthi che combattono in Yemen e ciò rappresente una violazione della risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che proibisce di trasferire armi agli huthi sia in maniera diretta che indiretta.

Molte di queste armi, sensori o parti sono identiche a quelle sequestrate dal cacciatorpediniere USS Forrest Sherman nel Mar Arabico il 25 novembre 2019.

Normandy intercepts an illicit shipment of advanced weapons

Il materiale sequestrato rimarrà in custodia statunitense in attesa della decisione finale. I partner internazionali e le organizzazioni sono stati invitati a ispezionare.

Foto: 200209-N-PC620-0005 ARABIAN SEA (Feb. 09, 2020) The crew of the guided-missile cruiser USS Normandy (CG 60), in accordance with international law, seized an illicit shipment of advanced weapons and weapon components, which held 358 surface-to-air missile components and “Dehlavieh” anti-tank guided missiles (ATGM), intended for the Houthis in Yemen, aboard a stateless dhow during a maritime interdiction operation in the U.S. Fifth Fleet area of operations, Feb. 9, 2020. Maritime security operations, as conducted by the U.S. Fifth Fleet, entail routine patrols to determine pattern of life in the maritime as well as to enhance mariner-to-mariner relations. These operations reassure allies and partners and preserve freedom of navigation and free flow of commerce. (U.S. Navy photo by Mass Communication Specialist 2nd Class Michael H. Lehman)

200209-N-PC620-0001 ARABIAN SEA (Feb. 09, 2020) The guided-missile cruiser USS Normandy (CG 60), in accordance with international law, boarded a stateless dhow in the Arabian Sea and interdicted an illicit shipment of advanced weapons and weapon components intended for the Houthis in Yemen, Feb. 9, 2020. Maritime security operations, as conducted by the U.S. Fifth Fleet, entail routine patrols to determine pattern of life in the maritime environment as well as to enhance mariner-to-mariner relations. These operations reassure allies and partners and preserve freedom of navigation and free flow of commerce. (U.S. Navy photo by Mass Communication Specialist 2nd Class Michael H. Lehman)

Ultime notizie

La Royal Navy ha testato con successo un nuovo sistema missilistico progettato per proteggere le nuove portaerei britanniche dagli...
Giovedì 28 ottobre, alle ore 18.30, a bordo della portaerei Cavour ormeggiata nel porto di Civitavecchia, le capacità della...
Il Generale di Brigata Beniamino Vergori cede il comando della Brigata Paracadutisti “Folgore” al fratello parigrado Roberto.Pisa, 22 ottobre...
L’elicottero a pilotaggio remoto AWHero ha ottenuto la certificazione militare basica dalla DAAA (Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità). L’importante...

Da leggere

Maggiore operatività per i Boeing KC-46A Pegasus dell’USAF

Lo scorso 13 ottobre, il Gen. Mike Minihan Comandante...

Loitering Munition Hero-30 per le Forze Speciali italiane

Le Forze Speciali italiane, per scopi di difesa in...