fbpx

Missili Akeron MP e Mistral 3 per la Francia

La  Direction Générale de l’Armement (DGA) ha ordinato a MBDA FR l’allestimento di 1.300 missili anticarro Akeron MP o Missile Moyenne Portée (MPP) e 329 missili antiaerei Mistral 3 per le esigenze dell’Armée de Terre e della Marine Nationale per un importo totale di oltre 300 milioni di euro.

L’ordine per 1.300 missili Akeron MP o MMP comporterà la consegna di un primo lotto di 200 missili alla fine del 2025.

A sua volta l’ordine per 329 missili Mistral 3 fa parte della lettera di intenti (LOI) firmata nel giugno 2023 per l’acquisizione congiunta di sistemi di difesa antiaerea da parte di Francia, Belgio, Cipro, Estonia ed Ungheria.

I missili Mistral sono destinati a ricostituire le scorte dell’Armée de Terre e della Marine Nationale.

Akeron MP

L’MMP è un missile anticarro di ultima generazione impiegato in operazioni dalle Forze Armate Francesi sin dal 2018. Può neutralizzare obiettivi e bersagli corazzati, giorno e notte, fino ad una distanza di almeno 4 km. Particolarmente preciso, può ingaggiare un’ampia varietà di bersagli statici o mobili (veicoli, infrastrutture, imbarcazioni, ecc.).

È dotato della capacità “spara e dimentica”, che consente al operatore di lasciare la propria posizione immediatamente dopo aver sparato e può colpire un bersaglio autonomamente senza alcuna azione da parte del tiratore durante il volo. Può anche essere sparato da uno spazio chiuso, funzionalità notevole soprattutto in caso di combattimento in un’area urbana.

Con le sue capacità di posizionamento, orientamento e comunicazione digitale, l’MMP può colpire sia i bersagli visibili al tiratore che quelli oltre la sua vista diretta. In quest’ultimo caso, il tiratore sceglie un tipo di traiettoria prima di sparare poi, durante il volo, designa il bersaglio ed affina il punto di impatto grazie al feedback dell’immagine a colori od all’infrarosso del sensore di ricerca. A tal fine, nell’ambito del progetto europeo Lynkeus, sono stati coronati con successo le prove di tiro oltre la visuale diretta in collaborazione con un drone.

Mistral 3

Il sistema missilistico Mistral 3, la versione più recente allestita da MBDA, ha un peso di poco inferiore i 20 kg (il tripode pesa 22,5 kg), lunghezza di 1,88 metri e diametro di 92 mm.

Il Mistral 3 è dotato di una camera termica ed IR che ne permette l’impiego di giorno e di notte, con ogni condizione di luce e di visibilità e, opzionalmente, può essere dotato di sistema di identificazione amico/nemico (IFF).

Il missile ha un raggio di intercettazione da 500 metri ad 8 km contro bersagli aerei che volano entro 6 km di quota ed è altamente supersonico, il che riduce drasticamente i tempi di intercettazione, oltre ad essere in grado di sopportare un altissimo numero di G (accelerazione di gravità) che lo rende perfettamente in grado di ingaggiare bersagli altamente manovrabili.

La testata esplosiva a frammentazione ha un peso di 3 kg composta da oltre 1.800 biglie di tungsteno ed è collegata ad una spoletta laser e di prossimità; il tasso di abbattimenti in operazioni reali fin qui registrato dal Mistral è stato pari al 96%.

Inoltre, grazie al sensore di ricerca e di guida il Mistral 3 può essere impiegato anche contro bersagli diversi da quelli aerei, ad esempio contro barchini veloci in mare o contro mezzi terrestri.

Secondo il costruttore il Mistral è immune ad ogni genere di contromisura IR conosciuta ed ha una durata di 20 anni senza manutenzione.

Foto @ARES-Osservatorio Difesa

Articolo precedente

Conferenza su sistemi C-UAS e le opportunità di interoperabilità UAS tenuta alla Casa dell’Aviatore

Prossimo articolo

14° emendamento contrattuale per il contratto FSAF-PAAMS

Ultime notizie