fbpx

Missili anti carro Kornet alla Serbia

Entro la fine dell’anno corrente, la Serbia riceverà dalla Russia una prima fornitura di missili e sistemi di lancio di missili anti carro ATGM Kornet.

Questo è quanto affermato dal Presidente Serbo Aleksandar Vucic al termine dei colloqui tenuti a Sochi con il Presidente russo Vladimir Putin.

L’9M133 Kornet (nome in codice NATO AT-14 Spriggan, designazione di esportazione Kornet-E) è un moderno missile guidato anticarro portatile (ATGM) entrato in servizio con l’Esercito Russo nel 1998.

Trattasi di un missile a guida SACLOS, un sistema di controllo semiautomatico a raggio laser, e viaggia tra i 250 ed i 300 metri al secondo.

Il missile a seconda della testata montata ha un peso che varia, compreso del lanciatore, dai 29 ai 33 kg.

Le ultime versioni dei lanciatori Kornet adottano il concetto operativo ” fire and forget ” grazie all’acquisizione e al tracciamento automatici del bersaglio, ma il bersaglio deve rimanere in vista del lanciatore fino a quando il missile non lo colpisce.

Il Kornet è disponibile in varianti dotate di testate termobariche per l’uso contro bersagli areali nonché ad alto esplosivo per bersagli protetti ed è prodotto nella versione 9M133 Kornet-EM con portata maggiore e testata migliorata.

Oltre la versione portatile da fanteria, il sistema 9K133 è stato integrato in una varietà di altri veicoli e sistemi d’arma, come pacchetto di aggiornamento e come un vero e proprio nuovo sistema d’arma.

Nella versione da fanteria ha un peso complessivo di 69 kg, comprensivo del treppiede e della unità di tiro; ha una lunghezza di 1,2 metri ed un diametro di 152 mm.

Il Kornet di base ha un raggio d’azione utile compreso tra i 100 metri ed i 5,5 km; la versione EM arriva a 8 km con la testata anticarro ed a 10 km con testata ad alto esplosivo.

Nella versione anti carro il missile è dotato di doppia testata in tandem in grado di perforare sino a 1300 mm di corazza omogenea RHA dopo aver superato la corazza esterna esplosiva ERA.

Articolo precedente

La Croazia firma il contratto d’acquisto dei caccia bombardieri Rafale

Prossimo articolo

L’US Army schiera l’Iron Dome sull’isola di Guam

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie