Munizioni Rheinmetall per l’Ungheria

0
160

Il ministero della Difesa Ungherese ha sottoscritto un contratto con Rheinmetall per la fornitura di un ampio pacchetto di munizioni del valore di diverse centinaia di milioni di euro. 

L’ordine comprende munizioni per veicoli da combattimento di fanteria, carri armati, artiglierie e sistemi di inganno. La consegna del materiale inizierà nel 2023 e sarà completata entro il 2031.

La maggior parte delle munizioni ordinate sarà prodotta in Ungheria.

Il pacchetto include tre varianti di munizioni da 30 mm x 173, munizioni da 120 mm per carri armati e proiettili di artiglieria da 155 mm comprese cariche propulsive e spolette. Sono disponibili anche cartucce da 40 mm e 76 mm per i sistemi fumo/oscuranti Rosy e Maske, oltre le munizioni calibro 12,7 mm e 7,62 mm.

Rheinmetall fornirà munizioni per i tre principali sistemi di combattimento terrestre dell’Ungheria: il carro armato Leopard 2A7+, l’obice semovente PzH 2000 ed il nuovo Lynx KF41 IFV. L’Ungheria ha avviato il processo di modernizzazione del suo Esercito nel 2020 quando ha ordinato 218 veicoli da combattimento della fanteria Lynx da Rheinmetall. In precedenza sono stati ordinati 44 carri armati Leopard 2A7+ e 24 obici semoventi PzH 2000 da 155/52 mm. Questi veicoli cingolati all’avanguardia sostituiranno la vecchia flotta di carri armati, veicoli da combattimento e semoventi d’artiglieria risalente all’era sovietica.

A Zalaegerszeg, nell’Ungheria occidentale, è attualmente in costruzione uno degli stabilimenti di veicoli militari più avanzati d’Europa, da cui il primo Lynx KF41 ivi costruito dovrebbe uscire dalla catena di montaggio nel 2023.

Fonte Rheinmetall

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui