NATO, nasce DIANA per accelerare l’evoluzione tecnologica dell’Alleanza

0
159

Gli alleati della NATO stanno lanciando un’iniziativa per affinare il vantaggio tecnologico dell’Alleanza.

Giovedì (7 aprile 2022), i ministri degli esteri alleati hanno approvato la Carta dell’acceleratore dell’innovazione della difesa per il Nord Atlantico, o DIANA.

“Lavorando con il settore privato e il mondo accademico, gli alleati garantiranno che possiamo sfruttare il meglio delle nuove tecnologie per la sicurezza transatlantica”, ha affermato il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg.

DIANA riunirà il personale della difesa con le migliori e più brillanti start-up, ricercatori scientifici e società tecnologiche dell’Alleanza per risolvere le sfide critiche della difesa e della sicurezza. Gli innovatori che partecipano ai programmi DIANA riceveranno l’accesso alla sua rete di decine di siti di accelerazione e centri di test in più di 20 alleati. I leader della NATO hanno convenuto che DIANA dovrebbe avere un ufficio regionale in Europa e nel Nord America. L’ufficio regionale europeo di DIANA è stato selezionato da un’offerta congiunta Estonia-Regno Unito e il Canada sta attivamente cercando di ospitare l’ufficio regionale nordamericano.

DIANA si concentrerà sulle deep technologies, quelle tecnologie emergenti e dirompenti che la NATO ha identificato come priorità, tra cui: intelligenza artificiale, elaborazione di big data, tecnologie quantistiche, autonomia, biotecnologia, nuovi materiali e spazio.

Gli alleati hanno anche concordato un quadro per un Fondo multinazionale per l’innovazione della NATO. Questo è il primo fondo di capitale di rischio multi-sovrano al mondo che investirà un miliardo di euro in start-up.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui