martedì, Ottobre 26, 2021

Primo contratto di ricerca e tecnologia per NAVIRIS

-

Il Direttore OCCAR, Ammiraglio Matteo Bisceglia, ha siglato oggi il Contratto di progetti di ricerca e tecnologia FREMM con NAVIRIS, una joint venture al 50% di Fincantieri e Naval Group. Questa joint venture è stata “varata” ufficialmente nel gennaio 2020, con l’obiettivo di rafforzare la cooperazione franco-italiana già esistente nell’industria navale e tra le rispettive Marine.

""

Come primo passo di questa rafforzata collaborazione, Roma e Parigi si sono impegnate nel campo di cinque progetti comuni di ricerca e tecnologia (R&T), oggetto del contratto firmato oggi. Gli organismi nazionali di approvvigionamento navale, SEGREDIFESA NAVARM e DGA/DO, sulla scia delle sinergie esistenti acquisite con il programma FREMM, hanno confermato l’intenzione di assegnare queste attività a OCCAR attraverso la divisione del programma FREMM a Parigi. Questo contratto sarà presto seguito da un secondo contratto relativo agli studi preliminari per l’aggiornamento di Mid-Life delle quattro unità classe Horizon/Orizzonte in servizio con la MM e la MN.

I progetti del programma di ricerca e sviluppo

Il programma di ricerca e sviluppo mira a fornire nuove capacità, strumenti innovativi e architetture per la Marina Militare e Marine Nationale e comprende cinque diversi progetti:
1) Progetto Fuel Cell System (FCS) finalizzato allo sviluppo di un sistema modulare Fuel Cell System (FCS) adatto per applicazioni marine;
2) Digital Ship Project per lo sviluppo delle capacità di simulazione di navi da guerra durante tutto il loro ciclo di vita al fine di consentire il miglioramento dell’affidabilità dei prodotti attraverso la simulazione;
3) Progetto di ottimizzazione del consumo di energia per lo studio di nuove architetture e apparecchiature al fine di migliorare l’efficienza globale della rete elettrica e monitorare i consumi elettrici a bordo delle navi di superficie;
4) Il progetto Logistic of the Future si concentrerà sulla fornitura di tecnologie innovative per la tradizionale catena di approvvigionamento, per ottenere vantaggi durante l’intero ciclo di vita del prodotto nel dominio delle navi navali.
5) Il progetto Winning sea state (letteralmente “per vincere lo stato del mare”) finalizzato allo sviluppo di strumenti, metodi e soluzioni ingegneristiche innovative per le navi di superficie al fine di migliorare le prestazioni anche in presenza di condizioni meteomarine estreme.

La gestione OCCAR

La firma di questo contratto rappresenta un particolare successo per OCCAR, gli Stati partecipanti e le loro industrie, dal momento che rappresenta il primo progetto nell’ambiente di ricerca e sviluppo integrato in OCCAR e testimonia anche la capacità dell’organizzazione di gestire i programmi di difesa collaborativa per tutta la loro vita ciclo. Inoltre, è il primo contratto firmato da NAVIRIS, che sarà seguito da altre attività, aumentando così il numero di contratti comuni gestiti da Italia e Francia in un approccio pienamente cooperativo.

Fonte e foto OCCAR

Ultime notizie

L'Esercito Pakistano ha immesso in servizio ufficialmente il sistema missilistico superficie-aria cinese HQ-9/P (Pakistan) presso il centro di difesa...
Domenica 24 ottobre è stato lanciato dal Guiana Space Center di Kourou con successo il primo satellite militare per...
Nei prossimi mesi Israele ha intenzione di richiedere agli Stati Uniti d'America l'autorizzazione all'acquisto delle nuove bombe GBU-72 Advanced...
Un capitano del Bundeswehr di 32 anni, specializzato in IED, è stato trovato in possesso di materiale radioattivo, documenti...

Da leggere

La Norvegia ritira gli F-16 dalla linea operativa entro la fine del corrente anno

Il Ministero della Difesa di Oslo ha decretato di...

Nuove imbarcazioni di supporto fuoco per l’Amphibiebataljonen svedese

L'Agenzia per gli armamenti svedese ( Försvarsmakten o FMV)...