fbpx
210826-N-NO250-1014 PHILIPPINE SEA (August 26, 2021) Two F-35B Lightning II from Marine Fighter Attack Squadron (VMFA) 211, embarked on the Royal Navy aircraft carrier HMS Queen Elizabeth (R08); and two F-35C Lightning II assigned to Strike Fight Squadron (VFA) 147, an EA-18G Growler, assigned to U.S. Navy Electronic Attack Squadron (VAQ) 136, and an F/A-18E Super Hornet, assigned to Strike Fighter Squadron (VFA) 192, embarked on aircraft carrier USS Carl Vinson (CVN 70), conduct mid-air refueling in support of joint interoperability flights between Carl Vinson Carrier Strike Group (VINCSG) and U.K. Carrier Strike Group (CSG-21), Aug. 26, 2021. Carl Vinson Carrier Strike Group is on deployment in the U.S. 7th Fleet area of operation to enhance interoperability with allies and partners to serve as a ready- response force in support of a free and open Indo-Pacific region. (U.S. Navy photo by Lt. Cmdr. Bart Crowder)

Nel anno fiscale 2025 l’US Navy acquisterà 75 velivoli

Il Dipartimento della Marina degli Stati Uniti ha assegnato un budget di 16,2 miliardi di dollari per l’acquisto di 75 nuovi velivoli ad ala fissa e rotante nell’anno fiscale 2025, con periodo di spesa decorrente dal 1° ottobre 2024 fino al 30 ottobre 2025.

In particolare, tale budget è destinato all’acquisto di 53 velivoli ad ala fissa , che includono 13 Lockheed Martin F-35B Lightning II per il Corpo dei Marines ed altri 13 F-35C Lightning II per la US Navy.

Inoltre, saranno acquistati altri 27 aeromobili ad ala fissa, tra cui in particolare il Beechcraft T-54A, una versione militare adattata del Beechcraft King Air 260, prodotto da Textron Aviation, per il programma Multi-Engine Training System (METS) della US Navy.

Inoltre, il budget della US Navy include l’acquisto di 19 elicotteri da trasporto pesante Sikorsky CH-53K King Stallion e tre sistemi aerei senza pilota Boeing MQ-25 Stingray multiruolo, ma tale richiesta potrebbe subire cambiamenti da parte del Congresso.

I programmi non finanziati

Nel budget non sono stati stanziati fondi per i programmi come il Lockheed Martin KC-130J Super Hercules per trasporto e rifornimento in volo, gli elicotteri Sikorsky MH-60R/S per impieghi navali, i convertiplani Bell/Boeing MV-22B e CMV-22B Osprey per il trasporto/collegamento e l’assalto anfibio, il velivolo da pattugliamento marittimo e contrasto antisommergibile/di superficie Boeing P-8A Poseidon, i velivoli strategici e tattici a pilotaggio remoto Northrop Grumman MQ-4C Triton e General Atomics Aeronautical Systems MQ-9A Reaper e l’elicottero da addestramento Leonardo TH-73A Thrasher.

Tuttavia, è in programma la ammodernamento di alcune linee impiegate dall’Aviazione della Marina, come la sostituzione del Boeing/BAE Systems T-45 Goshawk da addestramento avanzato con un velivolo non ancora definito e del Boeing E-6B Mercury, per trasmissioni strategiche con i sottomarini lanciamissili balistici, che lascerà il servizio a favore del Lockheed Martin C-130J Super Hercules allestito nell’apposita versione.

Peraltro, è bene chiarire che è sempre possibile per l’US Navy apportare ulteriori cambiamenti e sviluppi in base alle esigenze nei prossimi cinque anni, confrontandosi con il Congresso.

Foto @US Navy/ Lt. Cmdr. Bart Crowder

Articolo precedente

A Pratt Whitney assegnati i fondi per aggiornare il propulsore F135 del F-35

Prossimo articolo

Contratto a Leonardo DRS per supportare gli M1 Abrams ed altri mezzi del US Army

Latest from Blog

Ultime notizie