mercoledì, Gennaio 26, 2022

Nuovi missili Stinger per l’US Army

-

L’US Army Contracting Command ha assegnato a Raytheon Technologies un nuovo contratto contratto quinquennale, del valore di circa 320 milioni di dollari, per la produzione di sistemi portatili Stinger da difesa aerea.

Le attività afferenti la nuova fornitura saranno concluse da Raytheon Technologies entro il giugno 2026.

Nel 2019, l’US Army ha iniziato ad aggiornare i suoi missili Stinger dotandoli di spoletta di prossimità che è destinata ad ingaggiare e distruggere i sistemi aerei senza pilota nemici, minaccia ormai diffusissima nei Teatri Operativi. Una coppia di missili Stinger ha intercettato due droni usando spolette di prossimità durante un test svolto dall’Army nel 2017.

Il missile Stinger-Reprogrammable Microprocessor, o RMP, ha una percentuale di successo superiore al 90% nei test di affidabilità e addestramento. La sua velocità supersonica, l’agilità ed un sistema di guida e controllo estremamente accurato conferiscono all’arma un vantaggio operativo contro i missili da crociera e tutte le classi di velivoli. Il sistema è impiegati anche su elicotteri Apache per impegni aria-aria nonché con installazioni veicolari per la protezione delle colonne mobili.

Lo Stinger ha al suo attivo più di 270 intercettazioni di velivoli ad ala fissa e ad ala rotante. È schierato in 19 nazioni e con tutti e quattro i servizi militari statunitensi.

Foto US Army

Ultime notizie

I primi contenitori/lanciatori Mk 2 allestiti in Norvegia da Kongsberg per il National Advanced Surface to Air Missile System...
La National Nuclear Security Administration, agenzia federale che cura la sicurezza delle armi nucleari e dei reattori nucleari dell'US...
In conseguenza di alcuni rumors, Leonardo ha voluto precisare che il programma Eurofighter con il Kuwait sta procedendo in...
The Spanish media Revista Ejércitos has echoed the test carried out by ESCRIBANO M&E for the Spanish Army to...

Da leggere

Due AT-6E Wolverine alla Base Aerea di Moody per l’addestramento internazionale

Il 12 gennaio 2022, il 23rd Wing ha ricevuto...

L’USS Harry S. Truman ed il suo Carrier Strike Group passano al comando NATO

Il 24 gennaio 2022, le navi alleate del Comando...