fbpx

Nuovo lancio del missile antinave Neptune

L’azienda ucraina a controllo statale Ukroboronprom ha eseguito il secondo test del sistema missilistico antinave Neptune.

Il test, che ha avuto luogo il 2 aprile presso il poligono di Alibey nel Mar Nero, si è concluso con successo.

Il Neptune impiega l’ultima versione del missile da crociera P-360, evoluzione del sovietico Kh-35.

Neptune cruise missile 02.jpg

Il P-360 pesa complessivamente 870 kg di cui 150 kg di testa di guerra ed ha una gittata massima di 300 km. Secondo i media ucraini la velocità del missile sarebbe di 900 km/h e una altitudine compresa tra i 3 ai 10 metri. E’ possibile operare fino a sei lanciatori con quattro missili cadauno e spararli ad una cadenza minima di 3 secondi. Il sistema può essere posizionato fino a 25 km dalla costa e richiede fino a 15 minuti di tempo per essere operativo. Il missile è progettato per distruggere navi nemiche fino a 5.000 tonnellate ma può essere impiegato anche contro bersagli terrestri.

A seguito della decisione di Stati Uniti e Russia di ritirarsi del trattato INF l’Ucraina intende sviluppare un missile da crociera a medio raggio impiegando una versione a lungo raggio del Neptune.

Articolo precedente

L’India prossima a consegnare il sottomarino INS Sindhuvir alla Marina del Myanmar

Prossimo articolo

Entra in servizio il nuovo sottomarino nucleare USS Delaware

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie