fbpx
U.S. Army paratroopers assigned to the 173rd Airborne Brigade fire a FIM-92 Stinger during an air defense live-fire exercise alongside soldiers with the Croatian Air Defense Regiment. This training is part of Exercise Shield 22 at Kamenjak near Medulin, Croatia on April 9, 2022.Exercise Shield 22 is an annual Croatian air defense exercise that aims at strengthening the execution of the Air Defense tasks against low and medium altitude moving targets. During the exercise, the 173rd Airborne Brigade and Croatian Air Defense Regiment conduct joint training on Air Defense Tactics, Techniques and Procedures to include air-space control, deconfliction and surveillance as well as targeting and live fire engagement against flying objects on low and medium level altitudes.The 173rd Airborne Brigade is the U.S. Army's Contingency Response Force in Europe, providing rapidly deployable forces to the United States European, African, and Central Command areas of responsibility. Forward deployed across Italy and Germany, the brigade routinely trains alongside NATO allies and partners to build partnerships and strengthen the alliance.

Nuovo pacchetto di aiuti statunitensi alla Ucraina

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti (US DoD) ha annunciato ulteriore assistenza in materia di sicurezza per soddisfare le esigenze critiche di sicurezza e difesa dell’Ucraina. 

Questo annuncio rappresenta la quarantanovesima tranche di equipaggiamento fornita dall’amministrazione Biden all’Ucraina dalle scorte del DoD dall’agosto 2021.

Il pacchetto comprende ulteriori capacità di difesa aerea, munizioni per artiglieria, armi anticarro ed altre attrezzature per aiutare l’Ucraina in guerra con la Russia dal febbraio del 2022.

Questo pacchetto utilizza l’assistenza precedentemente autorizzata per l’Ucraina durante gli anni fiscali precedenti nell’ambito dell’Autorità di Prelievo Presidenziale (PDA) che è rimasta valida dopo il processo di rivalutazione della PDA conclusosi a giugno scorso.

Le capacità contenute in questo pacchetto, per un valore massimo di 150 milioni di dollari, comprendono:

  • munizioni aggiuntive per il National Advanced Surface-to-Air Missile Systems (NASAMS);
  • missili AIM-9M per la difesa aerea;
  • missili antiaerei Stinger;
  • munizioni aggiuntive per i sistemi missilistici di artiglieria ad alta mobilità (HIMARS);
  • proiettili d’artiglieria da 155 mm e 105 mm;
  • missili TOW (Tube-Launched, Optically-Tracked, Wire-Guided);
  • sistemi anticarro Javelin;
  • oltre 2 milioni di munizioni per armi leggere;
  • dispositivi per la visione notturna;
  • munizioni da demolizione per l’eliminazione degli ostacoli;
  • attrezzatura per il freddo; e
  • parti di ricambio, manutenzione e altre attrezzature ausiliarie.

Fonte US Department of Defense (US DoD)

Foto @US Army

Articolo precedente

Prove multiple di difesa antimissile del cacciatorpediniere USS Carl M. Levin (DDG 120)

Prossimo articolo

Elicotteri MH-60R per la Norvegia

Ultime notizie