domenica, Dicembre 5, 2021

La Marina di Seul ordina un secondo cacciatorpediniere KDX-III Batch II

-

Hyundai Heavy Industries Co. ha annunciato di aver sottoscritto un accordo del valore di 636,3 miliardi di won, pari a 539,7 milioni di dollari, per costruire un cacciatorpediniere di tipo Aegis per la Marina Sudcoreana.

In base all’accordo con la DAPA, l’amministrazione dei programmi di acquisizione della Difesa, Hyundai Heavy Industries consegnerà la nuova unità, il secondo dei tre cacciatorpediniere Aegis aggiornati denominati Gwanggaeto-(KDX)III Batch II, alla Marina di Seul entro il 2026.

Allo stato attuale, il primo dei tre Gwanggaeto III Batch II è in allestimento presso i cantieri navali di Hyundai Heavy Industries e sarò consegnato nel 2024 alla Marina.

Il primo ed il secondo cacciatorpediniere costruiti da Hyundai Heavy Industries saranno identici nella forma; più incertezza c’è attorno al terzo cacciatorpediniere che potrebbe ricevere delle modifiche rispetto alla prima coppia di unità.

I cacciatorpediniere Aegis di nuova generazione saranno lunghi 170 metri, larghi 21 metri e potranno navigare a una velocità massima di 30 nodi all’ora.

Rispetto al King Sejong the Great, cacciatorpediniere Aegis da 7.100 tonnellate del 2008, i nuovi cacciatorpediniere Aegis aggiornati avranno capacità più potenti di intercettare missili balistici ed una capacità operativa antisommergibile triplicata.

Secondo le indiscrezioni più accreditate saranno armati con missili per difesa antimissile SM-3, missili SM-2 delle versioni più recenti nonché con lo SM-6 in grado di consentire anche attacchi antinave a lunga distanza nonché capacità di strike terrestre. Dovrebbero ricevere anche un mix di K-VLS I e K-VLS- II più grandi rispetto i primi per l’impiego del missile antinave a lungo raggio Cheongung mentre i K-VLS I potranno ricevere i K-SAAM (Korean Surface to Air Anti Missile) che prendono il posto dei RAM.

Il KDX-III Batch II sarà dotato anche di SM-2 e, possibilmente, del nuovo “missile multi-missione” SM-6 in grado di difendere la flotta aerea a lungo raggio, la difesa del terminale marittimo e la guerra anti-superficie .

A titolo di comparazione i KDX-III Batch I dislocano 10.600 tonnellate a pieno carico, sono lunghi 166 metri, larghi 21,4 metri ed hanno un pescaggio di 6,2 metri. Queste tre navi sono dotate del sistema da combattimento AEGIS con un due complessi di lancio verticale VLS Mk 41 ad 80 celle complessive per missili Standard SM-2 Block IIIB/IV, 16 missili antinave SSM-700K Haeseong in quattro lanciatori quadrupli, 1 complesso a lancio verticale K-VLS con 48 pozzi per missili Hyunmoo III per attacchi terrestri e/o per K-ASROC Red Shark, un sistema simile al ASROC statunitense, per difesa antisommergibile.

Le dotazioni sono completate da un cannone MK 45 da 127/62 mm, un CIWS RIM-116 Rolling Airframe Missile (RAM), un CIWS Goalkeeper da 30 mm e due complessi tripli di lanciasiluri da 324 mm per ordigni Blue Shark che, insieme a due elicotteri SH-60 Seahawk o Super Lynx in dotazione, assicurano la difesa antisommergibile.

Immagine Hyundai Heavy Industries Co.

Ultime notizie

Le Commissioni Difesa e Bilancio di Camera e Senato hanno espresso parere favorevole al programma pluriennale di ammodernamento e rinnovamento...
Le Forze Armate Serbe acquisteranno nuovi sistemi di difesa aerea Pantsir-S2 di fabbricazione russa. Questo è quanto annunciato dal Ministro...
La Defense Logistics Agency (DLA) ha stipulato un'opzione contrattuale da 316 milioni di dollari per i moduli GPS (M-Code...
Alla presenza del Ministro della Difesa di Ankara, Hulusi Akar, il cannone 76/62 prodotto dall'azienda turca MKE ha effettuato...

Da leggere

Radar GEM Elettronica Columbus 3D per gli OPV della Lituania

Leonardo ha ricevuto un contratto da 7,9 milioni di...

Nuovo ordine per 1.669 JLTV 4X4 di Oshkosh Defense

Oshkosh Defense LLC si è aggiudicata un appalto di...