fbpx
F-35: Continua il consolidamento delle capacità operative e l’attività di OT&E

Ordinata la costruzione di altri 126 F-35 del lotto 17

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha assegnato a Lockheed Martin una modifica del valore di 7,7 mld di dollari ad un contratto già in essere per esercitare le opzioni per la produzione e la consegna di 126 velivoli F-35 del lotto 17.

In particolare saranno allestiti 81 velivoli F-35A (43 per la US Air Force, otto per la Finlandia, sette per l’Italia, sei per i Paesi Bassi, sei per la Polonia, quattro per il Giappone, quattro per il Belgio e tre per la Danimarca); 26 velivoli F-35B (15 per il Corpo dei Marines degli Stati Uniti, sette per il Regno Unito, due per l’Italia e due per il Giappone); e 19 F-35C (13 per gli Stati Uniti Navy e sei per il Corpo dei Marines degli Stati Uniti).

Inoltre, questa modifica esercita opzioni per fornire sistemi aerei che diminuiscono l’integrazione delle fonti di produzione, i carichi di dati del software, gli elementi di sicurezza critici e l’equipaggiamento per l’Aeronautica Militare, il Corpo dei Marines e la Marina degli Stati Uniti, per i Paesi partecipanti non statunitensi al programma JSF e per i clienti di vendite militari straniere (FMS).

I lavori saranno eseguiti a Fort Worth in Texas (57%), ad El Secondo in California (14%), a Warton nel Regno Unito (9%), a Cameri in Italia (4%), ad Orlando in Florida (4%), a Nashua nel New Hampshire (3%), a Baltimora nel Maryland (3%), a San Diego in California (2%), a Nagoya in Giappone (2%) ed in varie località al di fuori degli Stati Uniti continentali (2%), e dovrebbero essere completati nell’agosto 2026.

Con questa assegnazione si conclude il contratto per la produzione di 398 F-35 (Lotti 15, 16 e 17) del valore complessivo di circa 30 mld di dollari; in origine erano previsti 485 velivoli ma a causa dei costi che ha imposto una revisione, dopo lunga trattativa tra US DoD e Lockheed Martin, si è arrivati al punto di equilibrio di 398.

Attualmente, sono stati consegnati da Lockheed Martin circa 900 Lightning II, tra versioni A, B e C con dodici Forze Armate che hanno dichiarato operativo (e portato in combattimento) il velivolo. L’ufficio che gestisce il programma sta migliorando sensibilmente l’affidabilità del velivolo, con le criticità che di anno in anno diminuiscono complessivamente e, soprattutto, sono state eleminate quelle potenzialmente più pericolose.

Lockheed Martin e l’US DoD stanno lavorando al rilascio della versione aggiornata del F-35 che consentirà un aumento sensibile delle capacità operative del Joint Strike Fighter; la nuova versione dovrebbe essere disponibile a partire dal mese di aprile del prossimo anno.

Foto @Aeronautica Militare Italiana

Ultime notizie