venerdì, Luglio 30, 2021

Parigi vuole aumentare il budget per la Difesa del 4,5% per il 2021

-

Il Ministero della Difesa francese ha presentato una bozza del nuovo budget per la difesa che sale a 49,7 miliardi di euro con un incremento del 4,5% rispetto a quello del precedente anno. Se comparato invece al 2017 l’espansione raggiunge addirittura il 22%.

I quasi 50 miliardi di euro comprendono 22,3 miliardi per acquisiti, 12,3 miliardi per il personale, 8,5 miliardi per le pensioni di civili e militari e 4,6 miliardi per i costi operativi.

Consegne previste nel 2021

La Direzione Generale per gli Armamenti (DGA) assieme alle tre Forze Armate hanno fatto un sunto dell’equipaggiamento consegnato durante il 2020 e lo stato dei programmi in corso e le relative consegne previste.

Ordini da effettuare previsti per il 2021

Per il 2021 la DGA intende ordinare 30 elicotteri H160M (21 per l’Esercito, 8 per la Marina e 1 per l’Aeronautica, 120 VBL aggiornati, 12.000 fucili HK416F, una fregata di difesa e d’intervento (FDI), 45 kit Mer-Mer 40 Block 3C per l’aggiornamento dei missili Exocet, 367 missili MICA NG e 13 stazioni terrestri per trasmissioni satellitari per il sistema Syracuse IV (Comsat NG).

Lato FCAS invece, il programma tri-nazionale franco-tedesco-spagnolo per un caccia di quinta generazione, la fase dimostrativa dovrebbe essere lanciata nel 2021.

Scorporando le spese per le pensioni (8,5 miliardi) e quelli per i veterani (2 miliardi) il tesoretto nelle mani dell’Eliseo si attesta a 39,2 miliardi di euro.

Entrando ancora più nello specifico le nuove risorse, rispetto allo scorso anno, ammontano a 1,7 miliardi di euro ripartiti in:

  • +0,7 miliardi per programmi d’arma maggiori
  • +0,1 miliardi per il mantenimento delle FF.AA
  • +0,7 miliardi per altre spese relative a sistemi d’arma
  • +0,2 miliardi relativi a stipendi

Operazioni in atto

Il Ministero della Difesa francese mantiene:

  • 13.000 uomini impiegati nel territorio nazionale;
  • 7.150 uomini dispiegati per il mantenimento della sovranità (Antille, Guiana, Reunion, Nuova Caledonia e Polinesia francese);
  • 3.750 per forza di presenza (Senegal, Costa d’Avorio, Gabon, Gibuti e Emirati Arabi Uniti);
  • 4.150 per operazioni navali (Atlantico del Nord, Golfo Arabico, Golfo di Guinea, Operazione Giovanna d’Arco ed il gruppo non permanente aero-navale).

Le maggiori operazioni per il Ministère des Armées sono:

  • Operazione Sentinelle;
  • Operazione Barkane con 5.100 militari;
  • Operazione Chammal con 600 militari;
  • Operazione Amitié con 750 militari;
  • ONU con 140 militari;
  • NATO con 400 militari
Opération sentinelle reims 2019 8800.JPG

Per l’Operazione Sentinelle, equivalente della nostrana Strade Sicure, l’impegno è di 10.000 uomini in modo permanente a cui se ne vanno a sommare 3.000 della Riserva Strategica e 7.000 da mobilitare in caso di necessità.

Ultime notizie

Lo scorso 27 luglio, a Kiel in Germania, Thyssenkrupp Marine Systems ha provveduto a consegnare ufficialmente alla Marina Israeliana...
La Marina Militare di Taiwan ha ricevuto la prima corvetta classe Tuo Chiang, la ROCS Ta Chiang (PGG-619).In realtà...
Gli Alpini del 4° Reggimento paracadutisti "Ranger" hanno effettuato una campagna di lanci sull'Altopiano di Siusi davanti a centinaia...
Raytheon Intelligence & Space, un'azienda di Raytheon Technologies, si è aggiudicata un contratto del valore di 8,8 milioni di...

Da leggere

La LiG Nex1 sviluppa un CIWS con radar AESA

L'azienda sudcoreana LiG Nex1 sta sviluppando un Close In...

Consorzio PGZ-Miecznik per tre fregate per la Marina polacca

Il consorzio PGZ-Miecznik si è aggiudicato il contratto per...