fbpx

Pbv 302 svedesi alla Ucraina

Nell’ambito del 16° pacchetto di aiuti militari approvato a favore della Ucraina, la Svezia donerà l’intero stock esistente di veicoli cingolati Pbv 302, compresi pezzi di ricambio, attrezzature per la manutenzione e munizioni.

I Pbv 302 andranno ad equipaggiare i battaglioni di fanteria delle nuove Brigate che l’Esercito Ucraino sta attualmente organizzando.

Nelle fila del Esercito Svedese la versione Pbv 302C per il trasporto della fanteria, così come le versioni allestite per altri ruoli, ha lasciato il servizio da diversi anni finendo in riserva. Nel 2018 risultavano 180 Pbv 302 nella riserva di fornitura o materiale, in condizioni diverse.

C’è da notare che il Governo di Stoccolma, in contemporanea al trasferimento dei vecchi Pbv 302 radiati da tempo, ha annunciato l’acquisto di veicoli blindati sostitutivi per colmare la temporanea diminuzione della capacità di difesa.

Caratteristiche del Pbv 302

La versione C del Pbv 302 si distingue dalla precedente A per aver adottato una corazzatura aggiuntiva in grado di resistere sul arco frontale ai proiettili calibro 23 mm sovietico-russo, sospensioni rinforzate e motore più potente. Alcuni di questi esemplari sono stati impiegati all’Estero dal Esercito Svedese nel ambito delle missioni decise dall’ONU.

Il Pbv 302 ha un peso in ordine di combattimento attorno le 14 tonnellate, ha un equipaggio di 3 uomini e trasporta una squadra di 8 fucilieri assaltatori.

Il trasporto truppe svedesi ha capacità anfibie ed in acqua raggiunge una velocità massima di 8 km/h, ha un rapporto potenza/peso pari a 14,36 kW/t e raggiunge una velocità massima su strada di circa 65 km/h con 300 chilometri di autonomia su percorso extraurbano.

L’armamento del Pbv 302

Il mezzo è armato con una mitragliera Hispano-Suiza tipo 804 o m/47D da 20 mm in torretta e con una mitragliatrice media da 7,62 mm e di due lanciagranate fumogene: alcuni Pv 302 erano stati modificati per impiegare il missile anticarro Bill o Robot 56 dismesso completamente nel 2013 a favore del NLAW o Robot 57.

Peraltro, nel 2021 FMV o Försvarets materielverk ha sottoscritto un contratto del valore di poco meno di 20 milioni di euro con Saab per riacquistare il missile anticarro RBS 56 Bill 2 da destinare alle Forze Armate, quale misura ad interim, in attesa del nuovo missile MMP o Akeron MP che sarà prodotto in collaborazione da MBDA con la stessa Saab.

Gli altri materiali donati

Oltre i Pvb 302C, la Svezia fornirà all’Ucraina proiettili di artiglieria da 155 mm per aumentare la capacità dell’Esercito di Kiev di combattere le unità russe in profondità.

Inoltre, saranno trasferiti veicoli per il trasporto di carburante in eccedenza delle Forze Armate svedesi, sarà assicurata la manutenzione del materiale svedese donato in precedenza e sarà rafforzata ulteriormente la capacità di comando e controllo dell’Ucraina tramite la donazione di terminali con abbonamenti per le comunicazioni satellitari.

Foto @Forze Armate Svedesi/ Måns Thuresson

Articolo precedente

L’Austria aderisce ufficialmente alla European Sky Shield Initiative

Prossimo articolo

La Spagna ordina nuovi sistemi NASAMS

Ultime notizie