fbpx
domenica, Aprile 2, 2023

Plasan fornirà le protezioni composite per le fregate australiane classe Hunter

La società israeliana Plasan Sasa Ltd. ha firmato con BAE Systems Australia, che agisce in qualità di capo commessa, un contratto relativo le nuove fregate classe Hunter, derivate dalle Type 26 in corso di allestimento nel Regno Unito per la Royal Navy.

Sulla base di questo contratto, l’Australia provvederà a dotare le prime tre fregate della classe Hunter realizzate per la Royal Australian Navy di protezioni per i settori sensibili delle navi in questione.

Plasan sta attualmente fornendo portezioni composite per le fregate Type 26 della Royal Navy, dimostrando le prestazioni di successo del prodotto fino ad oggi.

L’Australia ha in corso un programma per la costruzione di nove fregate Hunter a spiccata capacità antisommergibile derivate dalla Typer 26 della Royal Navy.

Le Hunter saranno navi che dislocheranno a pieno carico circa 10.000 tonnellate, lunghe circa 150 metri, larghe poco meno di 21 metri, con apparato propulsivo CODLOG (COmbined Diesel eLectric Or Gas) su una turbina a gas Rolls Royce MT30 e 4 motori diesel MTU Type 20V 4000 M53B.

La velocità massima raggiungibile sarà di 27 + nodi mentre l’autonomia sarà di 7000 miglia nautiche con la propulsione elettrica. L’equipaggio sarà formato da 180 persone con possibilità di poter ospitare un’altra trentina di uomini a seconda della necessità della missione.

Le Hunter riceveranno il CEAFAR2 phased array radar, composto dal CEAFAR-L radar in banda L per la sorveglianza a lungo raggio, dal CEFAR -S radar multi funzione in banda S e dal CEAMOUNT sistema di controllo del fuoco/illuminatore, nonché il sistema di combattimento AEGIS, il tutto controllato da un sistema di interfaccia tattico Saab 9LV.

L’armamento missilistico sarà costituito da un sistema Mk 41 a 32 celle/lanciatori verticali (VLS) per missili Standard II, Standard III (per difesa antimissile) ed ESSM nonché da due lanciatori quadrupli per missili superficie-superficie.

Come artiglierie le Hunter avranno in dotazione un cannone Mk 45 Mod. 4 da 127/54 mm, 2 impianti da 30 mm in RWS per la difesa ravvicinata e due CIWS Phalanx da 20 mm.

Per la lotta antisommergibile le Hunter avranno una suite elettronica particolarmente consistente, basata su un sonar a scafo Ultra S2150 ed un sonar Thales 2087 trainato ed a profondità variabile nonché lanciasiluri per ordigni MU-90.

L’hangar sarà dimensionato per ospitare un elicottero MH-60R che potrà impiegare siluri antisom Mk 54 MAKO o missili AGM-114 Hellfire, mentre il ponte di volo sarà dimensionato e rinforzato per le operazioni di volo di un elicottero del tipo CH-47.

Le Hunter avranno una “baia” per missioni flessibili che, grazie al sistema di movimentazione Rolls-Royce Mission Bay, permetterà di imbarcare, alternativamente, un secondo MH-60R “Romeo”, UAV ed UUV, 4 RHIB da 11 metri o container da 10×20 piedi.

Immagine BAE Systems Australia

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI