sabato, Ottobre 23, 2021

Presentato il missile Teseo Mk2/E

-

Presso lo stand di MBDA a Seafuture è stato presentato al pubblico, per la prima volta, il mockup a grandezza naturale del missile anti-nave/attacco a terra Teseo Mk2/E in corso di sviluppo presso la sede MBDA della Spezia.

La nuova versione Teseo Mk2/E è stata progettata per essere in grado di contrastare efficacemente bersagli sia marini sia terrestri a lunghissimo raggio con il pieno controllo autonomo della missione durante le fasi del volo.

Il missile Teseo Mk2/E integrerà un’innovativo sistema di pianificazione della missione e sarà dotato di un nuovo seeker avanzato dual mode con radio frequenza per le missioni di contrasto antinave e sensore per colpire con estrema precisione bersagli terrestri lungo le coste. Peraltro, è previsto che potranno essere implementate funzionalità e capacità aggiuntive nel prossimo futuro, come ad esempio nuove tipologie di sensori. Il nuovo missile avrà la capacità di essere riprogrammato in volo; infatti, MBDA da tempo ha studiato ed offre una versione SATCOM del Teseo che consente il controllo e l’aggiornamento dei dati nonché l’eventuale reindirizzo su altro bersaglio via satellite del missile durante il volo di crociera.

Per raddoppiare la portata del missile (attualmente il Teseo Mk2/A raggiunge circa 180 km) si renderà necessaria l’adozione di un nuovo turbofan che potrebbe essere fornito dal produttore Williams al posto dell’attuale Turbomeca TR 281 Arbizon III. Anche la testata ha ricevuto consistenti aggiornamenti per renderla più potente ed in grado di colpire efficacemente varie tipologie di bersagli terrestri. Al pari del Teseo Mk2/A anche il Mk2/E sarà un missile altamente subsonico. Il sistema di guida è INS/GPS e programmabile con 3D way-point.

Il Teseo Mk2/E nasce per far fronte alle minacce e terrestri in continua evoluzione ed è il frutto delle attività di studio e sviluppo portate avanti congiuntamente da MBDA e dalla Marina Militare Italiana nell’ultimo triennio.

Il nuovo missile Teseo Mk2/E equipaggerà i cacciatorpediniere di nuova generazione (DDX) in fase di sviluppo e si candida a sostituire la precedente versione Mk2/A (OTOMAT Mk2 Block IV) a bordo dei cacciatorpediniere classe Andrea Doria (Orizzonte) e delle fregate classe Bergamini (FREMM IT).

Anche i sette nuovi Pattugliatori Polivalenti d’Altura classe Thaon de Revel, attualmente in vari stati di costruzione e completamento, sono già predisposti per una eventuale futura installazione del Teseo Mk2/E. Peraltro, al momento è previsto l’imbarco di questi missili sulla versione Full dei PPA e solo, opzionalmente, per le versioni Light plus e Light.

Ultime notizie

Il Ministero della Difesa di Oslo ha decretato di ritirare dalla linea operativa tutti i caccia bombardieri Lockheed Martin...
Festa dei Paracadutisti, Sottosegretario Pucciarelli: specialità altamente competente ed affidabile anche nelle situazioni più critiche.“Nell’odierna ricorrenza che segna l’inizio...
23 ottobre 2021: i paracadutisti celebrano oggi il 79° anniversario della battaglia di El AlameinNell’ottobre del 1942,...
La Royal Navy ha testato con successo un nuovo sistema missilistico progettato per proteggere le nuove portaerei britanniche dagli...

Da leggere