venerdì, Gennaio 27, 2023

Primo lancio operativo del razzo vettore Angara-1.2 con carico della Difesa Russa

Dal cosmodromo statale di prova del Ministero della Difesa della Federazione Russa (Cosmodromo di Plesetsk) nella regione di Arkhangelsk, le Forze Aerospaziali hanno lanciato con successo un razzo vettore di classe leggera Angara-1.2 con un carico satellitare nell’interesse del Ministero della Difesa russo.

Il lancio del razzo vettore e il lancio del veicolo spaziale nell’orbita calcolata sono avvenuti in modalità normale.

Due minuti dopo il lancio, il razzo vettore Angara-1.2 è stato accettato per la scorta dai controlli a terra del centro spaziale di prova principale Titov.

All’ora stimata, il veicolo spaziale è stato lanciato nell’orbita bersaglio e accettato per il controllo delle strutture a terra delle forze spaziali delle forze aerospaziali. È stata stabilita e mantenuta una connessione telemetrica stabile con il veicolo spaziale, i suoi sistemi di bordo funzionano in modalità normale.

Dopo che il veicolo spaziale è stato lanciato in orbita, gli ufficiali del Centro di controllo spaziale hanno inserito le informazioni al riguardo nel Catalogo principale degli oggetti spaziali del Sistema di controllo spaziale russo e hanno proceduto ad analizzare ed elaborare le informazioni sul nuovo oggetto spaziale per accettarlo per il tracciamento da parte delle strutture a terra del Main Space Intelligence Center Space Forces VKS.

In totale, più di 30 strumenti di misura a terra e oltre 50 equipaggi da combattimento della 15a armata delle forze aerospaziali per scopi speciali sono stati coinvolti nel garantire il lancio della navicella spaziale del Ministero della Difesa russo.

Trattasi del primo lancio operativo di questa versione del razzo vettore Angara dopo una breve serie di lanci sperimentali eseguiti per comprovarne la funzionalità e le capacità.

L’Angara-1.2 è la versione leggera del razzo vettore Angara, con capacità di trasportare un carico di 3.8 tonnellate su orbita bassa, mentre la versione A5 è in grado di immettere carichi più pesanti su orbite più elevate.

Fonte e foto Ministero della Difesa della Russia – Dipartimento dell’informazione e comunicazione di massa

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI