domenica, Novembre 27, 2022

Primo simulatore per i Boeing E-4B dell’USAF

E’ stato consegnato al 595th Command and Control Group stanziato presso la Offutt Air Force Base il primo simulatore allo stato dell’arte del Boeing E-4B.

(U.S. Air Force photo by Staff Sgt. Jacob Skovo)

Artefice del lavoro è stata la divisione Simulator dell’Air Force Life Cycle Management Center che ha provveduto a consegnare il primo simulatore full motion ad alta fedeltà progettato per replicare le operazioni di volo dell’E-4B e la capacità di rifornimento aereo al 595th Command and Control Group.

Prima dello sviluppo del nuovo simulatore, l’addestramento dell’equipaggio dell’E-4B si basava su un dispositivo di addestramento Boeing 747 non rappresentativo dell’E-4B – situato in Florida – o sulle sortite di addestramento limitate disponibili a causa dell’elevata necessità operativa della missione. Con una piccola flotta di aeromobili, questo simulatore offre un vantaggio di addestramento strategico, consentendo l’addestramento ricorrente e di aggiornamento, mantenendo al contempo la disponibilità dell’aeromobile per le operazioni. 

Questo simulatore fornirà capacità di addestramento non disponibili in precedenza ed eliminerà la necessità di portare gli E-4B fuori dalle operazioni, il che aumenterà la disponibilità dell’aeromobile e ridurrà le ore sull’aeromobile, riducendo l’affaticamento delle cellule ed apportando benefici economici in termini di risparmio in costi di esercizio e di manutenzione. 

La flotta E-4B gioca un ruolo chiave nella strategia del Dipartimento della Difesa statunitense. E’ formata da quattro aerei entrati in servizio tra il 1974 ed il 1975 come E-3A. Successivamente, nel 1985 tutti e quattro gli E-4A furono portati allo standard E-4B dotato di nuovi motori e maggiormente resistente agli impulsi elettromagnetici, effetti nucleari e termici, nonché dotato di elettronica avanzata con un’ampia suite di sistemi di comunicazione allora allo stato dell’arte. Nel 2005 l’USAF sottoscrisse con Boeing un contratto per l’aggiornamento continuo degli E-4B teso ad eliminare le obsolescenze dei velivoli che, all’epoca avevano raggiunto i trent’anni di età.

Comunemente noto come “Doomsday“, l’aereo funge da National Airborne Operations Center ed è un componente chiave del sistema di comando militare nazionale. In caso di emergenza nazionale che includa la distruzione di centri di comando e controllo di gruppo, l’aereo fornirà un centro di comando, controllo e comunicazioni per dirigere le forze statunitensi e coordinare le azioni delle autorità civili. 

Il nuovo simulatore migliorerà l’addestramento degli equipaggi e garantirà che essi siano pronti per la missione. 

Con il simulatore E-4B, l’equipaggio ora ha un’enorme capacità che consente di acquisire competenza nelle procedure di volo e di esercitarsi in situazioni di emergenza pericolose che non possono essere eseguite sull’aereo in condizioni reali.

La Divisione Simulatore ha lavorato a stretto contatto con l’AFLCMC Presidential and Executive Airlift, responsabile della ricapitalizzazione e del sostegno della flotta E-4B, per garantire che il nuovo simulatore soddisfi i requisiti di addestramento dell’Air Force Global Strike Command. La direzione ha fornito il coordinamento del nuovo inizio, l’approvazione e il finanziamento richiesto per lo sforzo di sviluppo, nonché le competenze tecniche relative il Boeing E-4B. 

Fonte USAF

CORRELATI

POTREBBE INTERESSARTI