lunedì, Ottobre 18, 2021

Il Boeing MQ-25 T1 vola la prima volta con il sistema di rifornimento in volo ARS

-

I voli in corso consentono lo sviluppo di componenti software ed il collaudo dell’hardware del sistema di rifornimento in volo che lo MQ-25 utilizzerà operativamente con l’U.S. Navy.

Immagine

Boeing e la U.S. Navy hanno provato in volo per la prima volta il velivolo di sviluppo MQ-25 T1 con un sistema di rifornimento aereo (ARS), una pietra miliare significativa nello sviluppo del rifornimento aereo con velivoli senza equipaggio.

Il volo completato con successo è stato di 2,5 ore; lo MQ-25T1 ha impiegato il Cobham ARS – lo stesso ARS attualmente in uso agli F/A-18 Super Hornet per il rifornimento aria-aria – è stato progettato per testare l’aerodinamica dell’aereo con l’ARS montato sotto l’ala. Detto volo è stato condotto da piloti collaudatori della Boeing che operavano da una stazione di controllo a terra presso l’aeroporto MidAmerica St. Louis di Mascoutah, Ill.

Immagine

Il lavoro di sviluppo compiuto con lo MQ-25 T1 è fondamentale perché permette di acquisire preziose informazioni in vista dei voli con i Super Hornet e dei test di gestione sul ponte di volo delle portaerei.

I voli futuri continueranno a testare l’aerodinamica dell’aereo e dell’ARS in vari punti dell’inviluppo di volo, progredendo, infine, verso l’estensione e la retrazione del tubo e della drogue utilizzati per il rifornimento in volo.

Il velivolo di sviluppo T1 è di proprietà di Boeing ed è impiegato per la raccolta di informazioni necessarie a passare rapidamente allo sviluppo e al test del definitivo MQ-25. Dopo il suo primo volo compiuto l’anno scorso, il velivolo T1 ha accumulato circa 30 ore in aria prima della modifica pianificata per installare il sistema di rifornimento ARS.

IL PROGRAMMA MQ-25

All’inizio di quest’anno, l’U.S. Navy ha esercitato un’opzione per altri tre velivoli MQ-25, portando a sette il totale dei velivoli che, attualmente, Boeing ha in produzione. I piani dell’U.S. Navy prevedono un primo acquisto di 72 MQ-25, che assumeranno il ruolo di rifornitore in volo attualmente svolto dagli F/A-18 E/F, consentendo così un migliore utilizzo dei Super Hornet in missioni operative di combattimento.

Peraltro, l’U.S. Navy ha già dichiarato che la piattaforma MQ-25 in via di sviluppo si presta ad assumere anche altri ruoli, tra cui piattaforma ISR imbarcata, ed è altamente probabile che saranno acquistati altri lotti di questo aereo a pilotaggio remoto per far fronte a queste nuove missioni.

Fonte e foto Boeing

Ultime notizie

Più di 28 tonnellate di acciaio australiano sono state ritirate dalla linea di produzione del cantiere navale Osborne ad...
Si è concluso nei giorni scorsi, presso la Scuola di Cavalleria, il 1° Corso “Istruttore per Operatore Blindo Centauro...
Dalla metà degli anni 2010, l'Esercito argentino (EA) ha cercato di sviluppare progetti per equipaggiare le sue Brigate corazzate...
Rheinmetall ha sviluppato una nuova versione del veicolo blindat Fuchs 6x6. Caratterizzata da un tetto alto, la nuova variante di...

Da leggere

“ALDEBARAN” Il 3° Reggimento Elicotteri per Operazioni Speciali dell’Aviazione dell’Esercito

“ALDEBARAN” IL 3° REGGIMENTO ELICOTTERI PER OPERAZIONI SPECIALI DELL’AVIAZIONE DELL’ESERCITO di Angelo...

Rheinmetall presenta la versione con tetto rialzato del Fuchs 6×6

Rheinmetall ha sviluppato una nuova versione del veicolo blindat...