martedì, Luglio 27, 2021

Primo volo per lo Skyborg Autonomy Core System

-

Lo scorso 29 aprile è stato condotto con successo un test di volo con durata di 2 ore e 10 minuti dello Skyborg Autonomy Core System o ACS, a bordo di un veicolo tattico senza equipaggio Kratos UTAP-22 presso la Tyndall Air Force Base in Florida.
Definito Milestone 1 della campagna Autonomous Attritable Aircraft Experimentation, o AAAx, l’ACS ha eseguito una serie di comportamenti fondamentali necessari per determinare il funzionamento sicuro del sistema.

L‘ACS ha dimostrato le capacità basiche di volo ed ha risposto ai comandi di navigazione, reagendo alle restrizioni, aderendo alle regole del volo degli aerei e dimostrando di poter compiere manovre coordinate. Durante il test lo Skyborg ACS è stato monitorato costantemente dalle stazioni di comando e controllo in aria ed a terra.

Il team Skyborg Vanguard è formato dal Brigadiere Generale Dale White, responsabile esecutivo del programma per caccia e aerei avanzati come lo Skyborg PEOe dal Brigadiere Generale Heather Pringle,comandante dell’Air Force Research Laboratory, come ufficiali esecutivi tecnologici Skyborg.
Il 96° Test Wing, sotto la guida del Brigadiere Generale Scott Cain, funge da agente di esecuzione per queste missioni di test.

Questo test iniziale di volo dà il via alla campagna di sperimentazione che continuerà a maturare l’ACS e a creare fiducia nel sistema.
Milestone 1 è stato il primo passo per testare l’ACS e inizia una sequenza di eventi di sperimentazione pianificati nei prossimi mesi.
Attraverso questa campagna di sperimentazione operativa, AFRL è teso a rendere disponibile in anticipo sulla tabella previsionale alla componente da combattimento dell’USAF una suite di autonomia di missione completa con una tempistica pertinente.

Il 96th Test Wing è ben posizionato per integrare e testare tecnologie emergenti come l’autonomia attiva su varie piattaforme (aerei e armi) e ha fornito supporto alle infrastrutture critiche e competenze di test per il programma Skyborg.
Milestone 1 è stata la prima volta che una capacità di autonomia attiva è stata dimostrata su un campo di test dell’Air Force, ed è un primo passo per integrare questi velivoli in un ambiente operativo complesso.

I prossimi test saranno tesi a dimostrare un teaming diretto con equipaggio e senza equipaggio tra aeromobili e più aeromobili senza equipaggio controllati da ACS.

L’obiettivo del programma Skyborg Vanguard è quello di integrare l’autonomia di missione completa con la tecnologia dei veicoli aerei senza equipaggio a basso costo e attraente per consentire il teaming senza equipaggio. Skyborg fornirà le basi su cui l’USAF potrà costruire un sistema autonomo “best of breed” aereo che si adatta, orienta e decide a velocità della macchina per un’ampia varietà di set di missione sempre più complessi.

Fonte e foto USAF

Ultime notizie

La Guardia Costiera del Vietnam ha ricevuto il CSB 8021, il secondo cutter classe Hamilton ceduto dal Governo degli...
BAE Systems ha ricevuto un contratto da 117 milioni di dollari dalla Lockheed Martin per produrre sensori di ricerca...
Saab ha consegnato a Boeing, capofila del programma T-7A Red Hawk, la seconda sezione posteriore del aereo, fin qui...
Hensoldt, fornitore di soluzioni di sensori, fornirà nuovi radar alle Forze Armate tedesche per modernizzare la sorveglianza dello spazio...

Da leggere

Parte lo sviluppo del lanciatore spaziale Vega E

Lo scorso 21 luglio presso la sede ESA ESRIN...

L’Amministratore Delegato dell’EDA in Italia incontra i vertici della Difesa e dell’industria militare

L'amministratore delegato dell'EDA Jiří Šedivý è stato in Italia...