fbpx

Procede lo sviluppo del Next Generation Interceptor negli Stati Uniti

Nel novembre 2023 Lockheed Martin ha completato con successo una tappa fondamentale nell’interesse della Missile Defense Agency (MDA) per l’intercettore nazionale modernizzato di missili balistici a lungo raggio. L’azienda ha completato il primo Knowledge Point – noto come KP1 – prima del previsto, compiendo un importante passo avanti contrattuale che consente al suo programma Next Generation Interceptor ( NGI ) di continuare lo sviluppo verso la Critical Design Review (CDR).

Durante il KP1, la MDA ha valutato i progressi compiuti fino ad oggi nello sviluppo di Lockheed Martin. Ciò include il completamento delle tappe fondamentali della revisione del progetto e la dimostrazione di una significativa maturazione delle tecnologie critiche, della preparazione alla produzione e dell’utilità della NGI Software Factory dell’azienda. Questo risultato KP1 fa seguito alla revisione preliminare del progetto All Up Round, che Lockheed Martin ha eseguito nei tempi previsti a settembre.

“Sono orgoglioso del rigore tecnico dimostrato dalla nostra Lockheed Martin e dal team industriale. Al KP1 abbiamo dimostrato di aver raggiunto un livello di maturità senza precedenti in questa fase di un programma di difesa missilistica“, ha affermato Sarah Reeves , vicepresidente di NGI presso Lockheed. Martin. “Con l’approvazione di MDA, abbiamo dato una svolta alla nostra fase di progettazione dettagliata e continueremo a testare il nostro hardware e software NGI integrati in preparazione alla produzione e ai test di volo“.

L’azienda prosegue il suo percorso accelerato verso la prossima pietra miliare dell’ingegneria, la CDR. Il lavoro attuale include la costruzione di veicoli di prova a terra ed il volo virtuale dell’intercettore durante le prove di integrazione del sistema, consentite dalla suite di strumenti di ingegneria digitale sviluppata da Lockheed Martin.

NGI è progettato per scoraggiare e sconfiggere le minacce missilistiche balistiche a lungo raggio in evoluzione delle nazioni ostili verso gli Stati Uniti. Si prevede che il primo Lockheed Martin NGI sarà consegnato alle Forze Armate statunitensi già a partire dall’anno fiscale 2027.

Fonte ed immagine @Lockheed Martin

Articolo precedente

BAE Systems selezionata per sviluppare un prototipo del segmento terrestre del sistema di allarme missilistico della US Space Force

Prossimo articolo

Prosegue con successo il progetto di L3Harris per i sensori di rilevamento missilistico di nuova generazione

Latest from Blog

Ultime notizie