fbpx

Procede spedito lo sviluppo del Flying Technology Demonstrator del programma Tempest

BAE Systems ha annunciato che è in fase avanzata lo sviluppo del Flying Technology Demonstrator in via di allestimento nell’ambito del programma Tempest, ora evolutosi come Global Combat Air Programme con la partecipazione di Regno Unito, Italia e Giappone.

Esperti di BAE Systems, Rolls-Royce, Leonardo UK, MBDA e del Ministero della Difesa (MOD) stanno collaborando con una serie di piccole e medie imprese (PMI) britanniche per sviluppare le tecnologie necessarie per il velivolo da combattimento Tempest, stealth supersonico di prossima generazione del Regno Unito.

Il Flying Technology Demonstrator, annunciato per la prima volta dal governo del Regno Unito nel luglio 2022, è destinato a volare entro i prossimi quattro anni ed è stato progettato utilizzando una gamma di tecniche digitali innovative e processi di trasformazione, combinati con l’esperienza della difesa di livello mondiale del Regno Unito industria.  

In una nuovissima struttura, presso BAE Systems a Warton, nel Lancashire, i piloti collaudatori di BAE Systems, Rolls-Royce e Royal Air Force (RAF) hanno già volato per più di 150 ore con l’aereo dimostrativo in un nuovo simulatore su misura, fornendo informazioni cruciali prove a sostegno delle prove di volo. 

Per la prima volta nella progettazione di aerei militari, gli ingegneri di BAE Systems hanno utilizzato la codifica automatica per creare software di sistemi critici per la sicurezza nel giro di pochi giorni anziché di settimane. Ciò consente una rapida valutazione dei sistemi di controllo del volo durante manovre di volo più complesse con il simulatore che acquisisce dati cruciali su come il jet gestirà e si comporterà, anni prima del suo primo volo.

Gli ingegneri hanno anche effettuato test aerodinamici sui motori, sfruttando nuovi processi di produzione avanzati per produrre un condotto del motore dalla forma unica per rallentare l’aria da velocità supersoniche a velocità subsoniche nella parte anteriore del motore. La presa d’aria ha meno parti mobili rispetto a un tradizionale jet da combattimento, migliorando il design furtivo dell’aereo. Il test è stato condotto presso il sito di Rolls-Royce a Filton, Bristol, nella stessa struttura in cui è stato testato il motore Concorde Olympus negli anni Sessanta del passato secolo.

Lavorando a fianco dello specialista britannico di eiezione dell’equipaggio, Martin Baker, un team di ingegneri BAE Systems ha condotto prove sui seggiolini eiettabili, utilizzando una slitta a propulsione a razzo che viaggia a velocità superiori a 500 mph. Ingegneri esperti hanno lavorato a fianco dei membri del team junior per trasmettere abilità vitali che possono essere portate avanti negli sviluppi futuri di Tempest.

Questa gamma di nuove tecnologie dimostrerà e testerà gli elementi chiave della progettazione aerea da combattimento di prossima generazione, nonché le competenze, gli strumenti, i processi e le tecniche necessari per sviluppare Tempest, l’aereo che sarà consegnato attraverso il Global Combat Air Programme, con il Regno Unito, Italia e Giappone. 

Fonte e foto @BAE Systems

Ultime notizie