fbpx

Progetto di ricerca tecnologico “HAWK” – High Power ElectroMagnetic Weapon for Counters Drone Swarms Application per la Difesa Italiana

Nell’ambito del Piano Nazionale della Ricerca Militare (PNRM), il SGD/DNA ha selezionato il progetto di ricerca tecnologico “HAWK” – High Power ElectroMagnetic Weapon for Counters Drone Swarms Application proposto da ELETTRONICA S.p.A. ed ha conferito alla DAT il mandato per l’avvio dell’iter tecnico-amministrativo finalizzato alla realizzazione della relativa fase 1.

Al progetto parteciperanno anche l’Università di Roma “Tor Vergata” e l’Università degli Studi di Palermo, il cui ruolo sarà definito in fase di offerta.

L’obiettivo della presente Ricerca Tecnologica mira alla progettazione, allo sviluppo e al testing di un sistema d’arma non letale per la neutralizzazione a distanza di sciami di droni.

Il sistema elettronico innovativo proposto ad alta efficienza sfrutta la tecnologia basata sulla generazione di impulsi elettromagnetici ad alta potenza ed alta frequenza di ripetizione per la
neutralizzazione di sistemi ed apparati elettronici ostili.

Il progetto è articolato in 3 (tre) fasi, della durata di 12 mesi ciascuna, per un importo totale
presunto di 1 milione e 546mila euro.

La prima fase già finanziata è dedicata alla definizione dei requisiti chiave del sistema High Power
Electromagnetic Munitions (HPEM) per l’applicazione Counter Drones Swarm (CDS) individuata (WP1). Inoltre, sarà finalizzato il progetto delle componenti principali del dimostratore (WP2) e di integrazione di sistema (WP3).

La seconda Fase è dedicata alla realizzazione delle componenti principali del dimostratore: Generatore di impulsi HV, sorgente HPEM ed Antenna (WP1). Pertanto, sarà realizzato il dimostratore di sistema HPEM (WP2).

Infine, la terza Fase sarà dedicata alla definizione del test setup includendo l’analisi di safety (WP1), alla caratterizzazione del dimostratore (WP2) ed allo svolgimento di una campagna di test e validazione sul campo del caso d’uso protezione sistema antidrone da attacco di sciame di droni (WP3).

Articolo precedente

Lanciarazzi CS-90 per la Brigata Marina “San Marco”

Prossimo articolo

Inaugurato l’anno accademico 2021-2022 dell’Accademia Navale di Livorno

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Ultime notizie