Ultimati i contratti F-35A e Patriot svizzeri

0
420
An Italian air force F-35A Lightning II assigned to the 32nd Wing, Amendola Air Base, Italy, taxis while participating in Astral Knight 2021 (AK21) at Aviano Air Base, Italy, May 21, 2021. The aircraft that participated in AK21 include the U.S. Air Force F-15E Strike Eagle, HH-60 Pave Hawk and C-130J Super Hercules aircraft, Italian air force F-35 Lightning II aircraft, Hellenic air force F-16 and Emb-145 Erieye aircraft, and Croatian air force MiG-21 BisD/UMD aircraft. (U.S. Air Force photo by Airman 1st Class Brooke Moeder)

I contratti per l’acquisto degli aerei da combattimento F-35A e del sistema di difesa terra-aria a lunga gittata Patriot sono stati ultimati da Armasuisse con il Governo degli Stati Uniti.

Sulla base di un tasso di cambio di 0,95 franchi svizzeri per 1 dollaro statunitense, i crediti d’impegno ammontano a 6,035 miliardi di franchi per gli aerei da combattimento e a 1,987 miliardi di franchi per la difesa terra-aria. Il costo degli aerei da combattimento si situa pertanto al di sotto del volume finanziario ipotizzato (6,3 miliardi di franchi svizzeri).

Nella decisione programmatica sull’acquisto degli aerei da combattimento, approvata dal popolo svizzero, il volume finanziario autorizzato ammonta a 6,3 miliardi di franchi, sulla base delle previsioni sull’andamento del rincaro sino al 2031 e dei pagamenti previsti.

Il 30 giugno 2021 il Consiglio federale ha deciso l’acquisto di 36 aerei da combattimento del tipo F-35A dell’azienda Lockheed-Martin e di 5 unità di fuoco del sistema Patriot dell’azienda Raytheon.

I crediti d’impegno saranno sottoposti al Parlamento nel quadro del “Messaggio sull’Esercito 2022″ (n.d.r. trattasi di una sorta di “Libro Bianco” della Difesa Svizzera).

Dopo la decisione sui modelli di aereo da combattimento e di sistema di difesa terra-aria da acquistare, è stato possibile ultimare con il governo degli Stati Uniti i relativi contratti. Le cosiddette «Letters of Offer and Acceptance» (LOA) sono state dapprima firmate unilateralmente dagli Stati Uniti ed entreranno in vigore al momento della firma da parte della Svizzera.

I due acquisti comportano affari di compensazione (affari offset) per un importo di 4,2 miliardi di franchi. Il produttore dell’aereo da combattimento (Lockheed Martin) assegnerà affari offset per un importo di 2,9 miliardi di franchi, di cui circa un miliardo consistente in affari offset diretti, cioè in commesse del produttore estero ad aziende svizzere in relazione con l’acquisto degli aerei. Il produttore del sistema di difesa terra-aria (Raytheon) assegnerà affari offset per un importo di 1,3 miliardi di franchi, di cui 260 milioni di franchi per affari offset diretti.

Gli impegni contratti per gli affari di compensazione dovranno essere adempiuti entro al più tardi quattro anni dopo la fornitura.

Fonte Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS)

Foto USAF

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui