fbpx

BAE Systems prova con successo i razzi a guida laser APKWS in funzione C-UAS

BAE Systems, Inc. ha provato con successo i razzi a guida laser APKWS in test di precisione contro i sistemi aerei senza equipaggio (UAS) di classe 2 presso lo Yuma Proving Grounds. I razzi di prova da 2,75 pollici combinavano testate M151 standard e motori Mk66 con kit di guida di precisione APKWS e una spoletta di prossimità di nuova concezione, consentendo loro di ingaggiare e distruggere i droni aviotrasportati a una frazione del costo delle tradizionali capacità di attacco contro-UAS (C-UAS).

BAE Systems ha condotto lanci di prova e test di ingegneria per sviluppare un sistema capace per le forze armate e gli alleati statunitensi. La chiave della capacità anti-UAS dei razzi APKWS è l’innovativa spoletta di prossimità sviluppata congiuntamente da L3Harris Technologies e Technology Service Corporation. La spoletta combina il rilevamento della prossimità del bersaglio e le capacità di detonazione del punto ed è un sostituto drop-in per le spolette M423 esistenti, consentendo ai razzi APKWS di distruggere gli UAS senza la necessità di un colpo diretto.

A differenza dei costosi missili C-UAS, i razzi APKWS non hanno bisogno di agganciare il bersaglio prima del lancio, affidandosi invece ad ottiche di guida laser semi-attive che si attivano al lancio, risparmiando ai combattenti tempo prezioso per attivare la difesa.

I kit di guida APKWS trasformano i razzi non guidati in munizioni a guida di precisione con effetti esplosivi e capacità di gittata migliorate che li rendono particolarmente adatti per gli impegni militari dinamici di oggi. I razzi APKWS hanno comprovate capacità di combattimento e la flessibilità di colpire una varietà di bersagli fissi e mobili da aerei, elicotteri, veicoli terrestri, barche e stazioni di armi remote.

Fonte ed immagine BAE Systems

Articolo precedente

Israele aggiorna i suoi F-35I “Adir”

Prossimo articolo

Via libera all’Armada per l’acquisto della nuova nave di soccorso e salvataggio dei sottomarini BAM-IS

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie