fbpx

Provato con successo dalla corvetta israeliana “Oz” il sistema missilistico BARAK LRAD a lungo raggio

La Marina Israeliana, la Direzione per la ricerca e lo sviluppo della difesa (DDR&D) del Ministero della Difesa Israeliano e le Israel Aerospace Industries (IAI) hanno completato con successo un test di intercettazione di un missile intercettore BARAK LRAD a lungo raggio, che fa parte del sistema difensivo multistrato della corvetta INS “Oz” classe Sa’ar 6 o “Magen” della Marina Israeliana.

Il sistema ha localizzato con successo il bersaglio che simulava un missile da crociera operativo e lo ha intercettato lanciandogli contro un missile intercettore BARAK dal mare, confermando le aspettative e la conformità del BARAK LRAD ai requisiti delle IDF e della Marina Israeliana.

Il test effettuato con successo segna la fine del processo di sviluppo e l’adattamento del sistema navale BARAK MX.

Questa è una pietra miliare significativa nel processo di sviluppo dell’intercettore BARAK LRAD, che fa parte del sistema di difesa aerea e missilistica BARAK. Il sistema è parte integrante dei principali sistemi di difesa a bordo delle quattro corvette di classe Sa’ar 6 della Marina Israeliana, che svolgono un ruolo cruciale nella protezione delle risorse strategiche nella zona economica esclusiva di Israele.


 
Durante il test, che è il primo del suo genere condotto in mare, il sistema BARAK ha completato con successo i processi di rilevamento e intercettazione in uno scenario impegnativo contro un bersaglio che simulava un missile da crociera di tecnologia avanzata.

Il sistema BARAK include un radar avanzato per rilevare le minacce, un sistema d’arma e un intercettore BARAK IAI a lungo raggio. Il BARAK LRAD è un missile intercettore con capacità integrate per affrontare un’ampia gamma di minacce aeree, inclusi velivoli da combattimento, UAV, missili da crociera, minacce superficie-superficie, missili anti-nave e altro ancora. 

Il sistema BARAK fa parte del sistema di difesa aerea e missilistica multistrato di Israele, che rafforzerà le capacità di difesa aerea delle corvette di classe Sa’ar 6 della Marina Israeliana.

Il BARAK in generale e i suoi intercettori in particolare consentono alle navi della Marina Israeliana migliori capacità di rilevamento e intercettazione a distanze molto maggiori e contro una varietà di minacce aeree.
 
Il sistema è una parte significativa delle capacità di difesa della Marina israeliana, sia nella sua capacità di raggiungere la superiorità navale sia nel suo coinvolgimento nel processo decisionale dell’IDF di fronte a una varietà di minacce e scenari dal mare e dalla costa. Inoltre, il sistema rafforzerà la stretta cooperazione tra la Marina Israeliana e l’Aeronautica Militare Israeliana portando avanti nuove capacità e rafforzando il linguaggio comune e l’integrazione tra i due rami.

Fonte e foto Israel Aerospace Industries (IAI)

Articolo precedente

L’Aeronautica Militare Lettone riceve i primi due velivoli Tarragon prodotti localmente

Prossimo articolo

Qualificati otto allestimenti del VBMR-L Serval del Armèe de Terre

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie