fbpx

Quattro nuove batterie Patriot per la Germania

La Commissione Bilancio del Bundestag (Parlamento Federeale tedesco) ha autorizzato la spesa relativa il programma di acquisto di quattro nuove batterie di difesa aerea ed antimissile Patriot per la Bundeswehr.

Le nuove batterie permetteranno alla Luftwaffe di sostituire la coppia di sistemi Patriot o “Phased Array Tracking Radar for Intercept on Target” trasferita all’Ucraina a titolo di aiuto militare per contrastare l’aggressione russa scatenata nel febbraio del 2022 e di incrementare la capacità di difesa aerea ed antimissile nazionale ed a favore dei Paesi alleati della NATO e partner della Germania.

Il costo previsto si aggira attorno 1,3 miliardi di euro e le consegne del materiale dovrebbero iniziare nel 2027 ed è comprensivo anche della quota destinata all’aggiornamento dei sistemi radar delle batterie Patriot già in dotazione alla Luftwaffe.

Secondo Raytheon (RTX) L’ambito del contratto comprende i radar, i lanciatori, le stazioni di comando e controllo Patriot Configuration 3+ più attuali, i ricambi associati ed il supporto.

La versione selezionata è la più avanzata schierata dall’US Army che prevede l’impiego del radar LTAMDS o Lower Tier Air and Missile Defense Sensor e del Integrated Battle Command Systems (IBCS); c’è da notare che questi due ultimi sistemi sono stati acquistati anche dalla Polonia per i propri Patriot PAC-3/MSE e per integrarli con i propri sistemi di difesa NAREW.

Recentemente la NATO Support and Procurement Agency (NSPA), l’Agenzia per il supporto e l’approvvigionamento della NATO, nell’ambito della European Sky Shield Initiative (ESSI) ha stipulato un accordo-quadro del valore fino a 5,6 miliardi di dollari con COMLOG, un consorzio composto da MBDA e Raytheon (RTX) con sede Schrobenhausen per la produzione di 1.000 missili  Patriot GEM-T, metà dei quali destinati alla Bundeswehr.

Ciascuna unità di fuoco è composta da un posto di comando, dai dispositivi di lancio per il lancio dei missili guidati PATRIOT, dai dispositivi radar e da altro materiale. Il contratto comprende, oltre ad altri servizi di supporto, anche le relative parti di ricambio.

I sistemi Patriot possono ingaggiare i bersagli (missili balistici, missili da crociera, velivoli pilotati e droni) ad una distanza di circa 100 chilometri e fino a un’altitudine di 30 chilometri, a seconda del tipo di effettore utilizzato.

Il missile Patriot GEM-T, un intercettore missilistico basato sul sistema Patriot Advanced Capability 2 (PAC-2), è un componente vitale del sistema di difesa aerea e missilistica Patriot, utilizzato da otto nazioni europee e dall’Ucraina per la difesa contro missili da crociera, missili balistici, droni e aerei nemici.

Articolo precedente

L’Eurofighter Typhoon festeggia 20 anni a difesa dei cieli d’Italia e della NATO

Prossimo articolo

GA-ASI prova il sistema di distribuzione Sonobuoy con l’MQ-9B SeaGuardian

Latest from Blog

Ultime notizie