fbpx

Regno Unito e Germania coopereranno nel programma RCH 155

A Berlino il Primo ministro britannico Rishi Sunak ha incontrato il cancelliere tedesco Olaf Scholz per approfondire la cooperazione in materia di difesa e sicurezza tra Regno Unito e Germania. 

Come passo iniziale, il Regno Unito e la Germania hanno annunciato i piani per uno sforzo congiunto per lo sviluppo di sistemi di artiglieria ruotati dotati di cannoni/obici da 155/52 mm automatici (RCH 155), che saranno installati a bordo di telai Boxer 8×8 MIV di cui il British Army, dopo l’Heer, si sta dotando per rinnovare il parco di mezzi blindati da trasporto e supporto. 

Si prevede che il programma congiunto creerà centinaia di posti di lavoro britannici e tedeschi, dotando il British Army di un sistema che può essere considerato rappresentativo dello stato dell’arte nel settore delle moderne artiglierie e che, pertanto, sarà il nuovo Mobile Fires Platform, che sarà acquistato in 96 esemplari, a discapito del Archer di BAE Systems Bofors e del sud coreano K9 Thunder di Hanwha Defense, altri concorrenti per la sostituzione degli attuali superati AS90 da 155/39 mm.

L’accordo fa seguito alla visita del Primo Ministro Sunak in Polonia martedì, dove ha avuto colloqui con il Primo Ministro Tusk e con il Segretario generale della NATO, in occasione della quale ha annunciato un aumento storico della spesa per la difesa del Regno Unito al 2,5% del PIL entro il 2030.

Caratteristiche del RCH 155

Costruito sul telaio di un veicolo blindato Boxer 8×8, il sistema RCH-155 è completamente automatizzato con un sofisticato sistema di tiro digitalizzato, può trasportare un totale di 30 proiettili ed è in grado di sparare tutta la gamma di proiettili NATO standard da 155 mm con il cannone 155L52 fornito da Rheinmetall. La capacità di tiro raggiunge 9 colpi al minuto che possono essere tirati fino a 40 km di distanza dal semovente. Una portata maggiore fino a 56 km è possibile ottenerla con il proiettile di artiglieria a lungo raggio (VLAP).

Il peso del sistema d’artiglieria è di circa 39 tonnellate ed il motore MTU 199TE20 passa dai 711 hp originali del Boxer a 815 hp per sopportare un maggior peso ed assicura al mezzo su strada una velocità massima superiore i 100 km/h ed una autonomia di circa 700 km.

L’RCH 155 di KNDS (Krauss Maffei Wegmann- Nexter Group) è il primo sistema di artiglieria al mondo in grado di sparare in movimento grazie al sistema digitale di tiro installato e di comando, controllo e navigazione il che significa che è più versatile nell’evitare il fuoco avversario di controbatteria.

Il programma ha il potenziale per portare significativi vantaggi economici al Regno Unito, inclusa la costruzione di componenti che creerà centinaia di posti di lavoro in Gran Bretagna in più di 100 diversi fornitori di sottocomponenti con sede nel Regno Unito che supportano il più ampio programma Boxer.

La produzione di Boxer ed il programma Challenger 3 nel Regno Unito

Allo stato attuale Rheinmetall BAE Systems Land (RBSL), la joint venture tra l’azienda tedesca e quella britannica, ha avviato a Telford la produzione dei primi di centinaia di esemplari del Boxer 8×8 MIV e gestisce il programma di ammodernamento di 148 carri armati Challenger 2.

Questi ultimi saranno portati progressivamente allo standard Challenger 3 che prevede l’adozione di una nuova torretta, con cannone da 120/55 mm entrambi di Rheinmetall ed un nuovo sistema di osservazione e condotta di tiro derivati da quelli sviluppati e prodotti nell’ambito del programma Ajax, oltre la possibilità di installare un sistema di protezione attiva (APS) Trophy.

Fonte Minstero della Difesa del Regno Unito (UK MoD)

Foto @KNDS (Krauss Maffei Wegmann)

Ultime notizie