fbpx

Regno Unito e Giappone lavoreranno insieme sul sensore per jet da combattimento di nuova generazione

Il Regno Unito e il Giappone hanno firmato una lettera di accordo (LOA) per condurre congiuntamente ricerche cooperative su un sensore per un jet da combattimento di nuova generazione.

I due Paesi partner acquisiranno una tecnologia di sensori all’avanguardia per rilevare minacce letali.

Saranno 75 i posti di lavoro nel Regno Unito da creare, di cui 40 posti di lavoro di ingegneria in Scozia.

Quest’iniziativa fa parte della combat air strategy del Regno Unito, sostenuta da 2 miliardi di sterline di finanziamenti nei prossimi quattro anni.

La tecnologia universale dei sensori a radiofrequenza, nota come “JAGUAR“, potrebbe consentire alle Forze Armate di rilevare meglio le minacce future da aria, terra e mare, localizzando rapidamente e con precisione gli obiettivi e negando la tecnologia di sorveglianza gestita dagli avversari.

Con il lavoro congiunto sul progetto previsto per l’inizio di aprile, JAGUAR dovrebbe creare 75 posti di lavoro in tutto il Regno Unito, tra cui 40 posti di lavoro di ingegneria altamente qualificati presso il sito Leonardo UK di Edimburgo.

La progettazione, la costruzione e la valutazione del sistema JAGUAR richiederanno circa cinque anni, con il contributo di Leonardo UK e dell’industria giapponese. Due dimostratori saranno costruiti all’interno del progetto, uno in ogni Paese, con il lavoro e l’apprendimento condivisi per massimizzare le competenze nazionali.

Questa ricerca cooperativa arriva dopo che il Regno Unito e il Giappone hanno firmato un Memorandum of Cooperation (MoC) nel dicembre dello scorso anno, consentendo a entrambe le nazioni di perseguire tecnologie congiunte. A dicembre, i due Paesi hanno anche annunciato l’intenzione di sviluppare un futuro dimostratore di motori a reazione da combattimento come parte della loro partnership.

La partnership internazionale rimane al centro dell’approccio del Regno Unito al combattimento aereo, come stabilito nella Combat Air Strategy pubblicata nel 2018. Durante i prossimi quattro anni, il Regno Unito invetirà più di 2 miliardi di sterline nel suo principale sforzo nazionale ed internazionale per progettare un future combat air system, il Tempest, leader a livello mondiale. Il lavoro con il Giappone si sta svolgendo parallelamente alla crescente partnership del Regno Unito con le nazioni europee (Italia e Svezia).

Il ministro per gli appalti della Difesa, Jeremy Quin, ha dichiarato:

Siamo orgogliosi di lavorare sempre più a stretto contatto con i nostri partner in Giappone per garantire che entrambe le nostre Forze Armate rimangano in prima linea nell’innovazione militare.

Questa relazione cruciale ci vedrà acquisire tecnologie veramente avanzate per proteggere le nostre nazioni per i decenni a venire, creando al contempo investimenti significativi e posti di lavoro altamente qualificati nel Regno Unito ed in Giappone.

Il presidente e CEO di Leonardo UK, Norman Bone, ha dichiarato:

In qualità di campione di elettronica aerea da combattimento del Regno Unito e membro fondatore del Tempest, siamo desiderosi di lavorare con i nostri alleati internazionali dove il loro settore ha capacità altrettanto avanzate, riunendo il meglio di entrambi i partner.

Il Giappone ha un’industria aerea da combattimento forte ed in crescita, che è una scelta naturale per Leonardo. Sotto JAGUAR, i nostri scienziati ed ingegneri altamente qualificati con sede in tutto il Regno Unito lavoreranno con le loro controparti giapponesi per far progredire la tecnologia che andrà a beneficio di entrambi.”

Fonte: Ministero della Difesa del Regno Unito di Gran Bretagna ed Irlanda del Nord

Immagine: Leonardo UK

Articolo precedente

Hanwha Defense impiegherà acciai australiani per costruire veicoli corazzati per le esportazioni globali

Prossimo articolo

Conclusa l’esercitazione “Dagger Guard” tra Brigata Folgore e 173rd Infantry Brigade Combat Team – Airborne

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Latest from Blog

Ultime notizie